Gianluigi De Palo su Leggo: «Ribaltare la prospettiva»
di Gianluigi De Palo

Gianluigi De Palo su Leggo: «Ribaltare la prospettiva»

Sono due giorni che ci penso. Non tanto alla gara dei 100 metri, quanto alle parole di Jacobs riguardo il padre: «È incredibile la potenza dell’energia che si muove quando abbatti un muro. Lo odiavo per essere scomparso, ho ribaltato la prospettiva: mi ha dato la vita, muscoli pazzeschi, la velocità. L’ho giudicato senza sapere nulla di lui». E mi rendo conto che anche se una certa narrazione ha provato a parlarci della paternità come di una costruzione culturale, nei fatti è biologico. C’è un rapporto totalizzante che lega un padre ad un figlio, a prescindere dal tempo passato insieme. Un legame ancestrale. E quello non lo puoi abbattere. Perché puoi provare a distruggere la figura del padre, ma la realtà, anche genetica, si impone da sola. Ribaltare la prospettiva: sentirsi in debito con chi si pensa di essere in credito perchè è stato poco presente nella tua vita, è un bell’insegnamento davvero. La soluzione a tanti nostri problemi è la gratitudine, ma ce ne dimentichiamo troppo spesso. Ringraziamo i nostri genitori anche delle loro fragilità.

occhidipadre@leggo.it

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Gigi De Palo, 44 anni sposato con Anna Chiara e padre di 5 figli. Giornalista e scrittore si occupa di formazione sul tema de "La leadership etica". È stato presidente delle Acli di Roma e Assessore tecnico alla Scuola e Famiglia del Comune di Roma. Dal novembre del 2015 è Presidente Nazionale del Forum delle Famiglie. Il suo ultimo libro, scritto a quattro mani con la moglie ed edito dalla Sperling & Kupfer si intitola "Adesso viene il bello".


Ultimo aggiornamento: Venerdì 6 Agosto 2021, 06:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA