Gianluigi De Palo su Leggo: «Mai la pena di morte»
di Gianluigi De Palo

Gianluigi De Palo su Leggo: «Mai la pena di morte»

«Papà ma davvero hanno ucciso a mente fredda una donna dopo 16 anni di carcere? Ma davvero esiste ancora la pena di morte negli Stati Uniti? Ma noi siamo favorevoli o contrari?». A tavola ieri è arrivata questa domanda che ha seminato il panico. Stavamo mangiando tranquillamente. Il televisore era acceso sul telegiornale, ma nessuno lo guardava. Rumore di sottofondo. Poi è arrivata questa richiesta da parte di Maddalena. E non potevamo fare finta di niente. Tante volte le notizie ci passano sopra senza che ci riflettiamo veramente. Questa volta no. Un figlio chiede, affamato di risposte, e noi spesso riusciamo solo a balbettare. «Sì, in alcuni stati esiste ancora la pena di morte. Ma noi siamo contrari». Sapevo non sarebbe bastato. «E perché?», hanno chiesto anche gli altri figli. «Perché sì. Perché noi non siamo mai i nostri errori. Perché ogni vita è degna. Perché se una persona sbaglia non è detto che si deve continuare nell'errore. Perché non si uccide, mai!». Silenzio. Volevano sentirselo dire chiaramente. E gliel'ho detto.
occhidipadre@leggo.it

 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 14 Gennaio 2021, 12:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA