Gianluigi De Palo su Leggo: «Siamo papà per 13 minuti»
di Gianluigi De Palo

Gianluigi De Palo su Leggo: «Siamo papà per 13 minuti»

Ci sono giornate dove sono presente e assente allo stesso tempo, tra collegamenti su zoom, telefonate e impegni. Ci sono, ma dietro la porta di una stanza. E sono fortunato. E penso a chi deve accontentarsi di racconti serali al telefono perché costretto a distanze lunghe settimane, a chi come il mio amico Carlo - nei turni tra ospedale e notti quando rientra a casa è costretto a chiudere la porta per dormire, a chi è dilaniato dall'angoscia di non aver più un lavoro e dietro la porta rimane per vergogna invece di riuscire ad abbracciare un figlio come vorrebbe. Se l'Italia è il fanalino di coda dell'Europa anche per il tempo medio giornaliero di un padre con un figlio, che è stato calcolato in appena 13 minuti è perché anche la paternità è un lusso in questo tempo. Allora penso a ciò che mi diceva sempre mia madre quando giustificava le sue assenze: «Non è la quantità ma la qualità del tempo che fa la differenza». Ripartiamo da questo e seminiamo ricordi. Perché la paternità non è lusso ma semina, e non dura un giorno ma una vita.


occhidipadre@leggo.it

 

---------------------------------------------------------------


Gigi De Palo, 44 anni sposato con Anna Chiara e padre di 5 figli. Giornalista e scrittore si occupa di formazione sul tema de "La leadership etica". Èstato presidente delle Acli di Roma e Assessore tecnico alla Scuola e Famiglia del Comune di Roma. Dal novembre del 2015 è Presidente Nazionale del Forum delle Famiglie. Il suo ultimo libro, scritto a quattro mani con la moglie ed edito dalla Sperling & Kupfer si intitola "Adesso viene il bello".


Ultimo aggiornamento: Giovedì 15 Aprile 2021, 16:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA