Gianluigi De Palo su Leggo: «La lezione del tennis»
di Gianluigi De Palo

Gianluigi De Palo su Leggo: «La lezione del tennis»

Negli ultimi anni solamente il tennis femminile ci ha dato qualche soddisfazione con la Schiavone e la Pennetta. In questo periodo, invece, il dio del tennis si è ricordato anche dei maschietti e abbiamo una grande abbondanza di giovani talenti. Anche i miei figli se ne sono resi conto e, per la prima volta, hanno visto con me qualche partita intera. Tutte perse, ma almeno si vede un futuro. E quante occasioni educative offre il tennis. Ad esempio nell'ultima partita che abbiamo visto, quella tra Musetti e Djokovic, il tennista italiano dopo aver vinto i primi due set giocando alla grande, è crollato di testa. Fino a ritirarsi per infortunio mentre perdeva 4-0 al quinto set. La delusione dei figli è stata evidente. E lì, ho cercato di spiegare ai miei figli che, stringendo i denti nonostante l'infortunio e prendendo un 6-0, in quella umiliazione sarebbe nato un campione. Non è facile saper perdere, ma le vittorie si costruiscono dalle sconfitte. Restare in campo e dare tutto, questo è vivere.

 


occhidipadre@leggo.it

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Gigi De Palo, 44 anni sposato con Anna Chiara e padre di 5 figli. Giornalista e scrittore si occupa di formazione sul tema de "La leadership etica". Èstato presidente delle Acli di Roma e Assessore tecnico alla Scuola e Famiglia del Comune di Roma. Dal novembre del 2015 è Presidente Nazionale del Forum delle Famiglie. Il suo ultimo libro, scritto a quattro mani con la moglie ed edito dalla Sperling & Kupfer si intitola "Adesso viene il bello".


Ultimo aggiornamento: Martedì 15 Giugno 2021, 10:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA