Toti: «Da oggi anche i non conviventi possono dormire nella stessa stanza d'albergo»

Liguria, Toti: «Da oggi anche i non conviventi possono dormire nella stessa stanza d'albergo»

Le Regioni in ordine sparso. Sulla Fase 2 alcune vanno un po' per conto proprio. La Regione Liguria ad esempio, chiarisce alcuni punti per dare risposte ai cittadini. Si va dai comportamenti in strutture ricettive, all'uso dell'auto e dello scooter.

Coronavirus in Liguria, Toti: «Qui era presente prima che a Codogno»

Fase2 e riapertura 3 giugno, De Luca contesta e la Sardegna insiste: serve il passaporto sanitario


«In queste settimane molte persone mi hanno chiesto quando sarebbe stato possibile tornare a viaggiare in sella alla propria moto, con un amico, con la fidanzata o semplicemente con un parente non residente nella stessa abitazione - spiega il governatore Giovanni Toti - Una richiesta di buon senso, soprattutto alla luce delle riaperture. Da oggi in Liguria sarà possibile farlo. Una bella notizia anche per i tanti motociclisti che con entusiasmo potranno ritornare ad ammirare le bellezze della nostra regione a bordo delle loro moto e condividere questa esperienza con una persona cara, indossando il casco integrale oppure la mascherina chirurgica. Per quanto riguarda gli alberghi abbiamo ascoltato le richieste degli albergatori, e ci è sembrato corretto permettere che due persone, anche se non conviventi possano, sotto loro responsabilità, dormire nella stessa stanza. La Liguria è pronta a ripartire, in massima sicurezza».


 
Ultimo aggiornamento: Martedì 2 Giugno 2020, 01:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA