Neonata morta trovata in uno zaino fra gli scogli a Villa San Giovanni: aveva ancora il cordone ombelicale attaccato

È stato un pescatore a individuarla nelle vicinanze degli imbarcaderi dei traghetti per la Sicilia

Neonata morta in uno zaino fra gli scogli a Villa San Giovanni: aveva ancora il cordone ombelicale attaccato

Il corpo senza vita di una neonata è stato trovato stamane tra gli scogli a Villa San Giovanni, in provincia di Reggio Calabria, nelle vicinanze degli imbarcaderi dei traghetti per la Sicilia. Il cadavere della bambina di carnagione scura, probabilmente partorita da poco tempo, era all'interno di una busta di plastica a sua volta contenuta in uno zaino e aveva ancora il cordone ombelicale attaccato. Sull'accaduto indaga la Polizia che sta effettuando i rilievi.

Reggio Calabria, neonata senza vita trovata fra gli scogli

È stato un pescatore a individuare lo zaino a Villa San Giovanni, nella zona tra gli imbarcaderi della società di traghettamento per la Sicilia e la darsena di Pezzo.

Il corpo della piccola era avvolto in un velo dentro una busta di plastica. L'uomo ha subito avvertito la Polizia di Stato e sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di Villa San Giovanni e della squadra mobile di Reggio Calabria che hanno informato il magistrato di turno.

Sul luogo del ritrovamento è intervenuta anche la polizia scientifica che sta eseguendo i rilievi. Sembrerebbe che lo zaino sia stato portato tra gli scogli via terra poche ore dopo il parto. Probabilmente, stando ai tratti somatici della neonata, la puerpera è una donna straniera.


Ultimo aggiornamento: Domenica 26 Maggio 2024, 20:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA