Via ai mini ospedali a Milano saranno 24
di Simona Romanò

Via ai mini ospedali a Milano saranno 24

La riforma della sanità targata Moratti diventa, a Milano, realtà. Palazzo Marino ha individuato le 24 aree dove realizzare le 15 case e i 9 ospedali di comunità milanesi, che sono le nuove realtà (una ogni 58.000 abitanti) del Servizio sanitario regionale, finanziate con i fondi del Pnrr. L'elenco dei siti, tutti raggiungibili con il trasporto pubblico, «è frutto di un confronto con i 9 Municipi, perché le strutture saranno un punto di riferimento per ogni quartiere, nella logica della città dei 15 minuti, dove anche le prestazioni mediche sono erogate a soli 15 minuti dalla propria abitazione», dicono dal Comune.


NEL QUARTIERE Cosa sono le case e gli ospedali di comunità? Dei presidi sanitari, con accesso libero, nei quali lavoreranno medici di base, pediatri, infermieri e specialisti, dai cardiologi agli ortopedici. I sanitari garantiranno le cure primarie, oltre che programmi di screening e l'assistenza ai malati del quartiere con patologie croniche. In pratica, si fonderanno, in una sola struttura, sempre a disposizione della cittadinanza, le funzioni ora svolte da guardie mediche, consultori e ambulatori: le case di comunità definite hub saranno sempre aperte; quelle spoke 6 giorni su 7 per 12 ore. E negli ospedali di prossimità ci saranno anche dai 20 ai 40 letti per la degenza di casi non gravi.


CRONICI «Il target principale delle case di comunità sono le persone fragili con una o più patologia cronica», precisa l'assessore regionale al Welfare, Letizia Moratti. «Ovvero circa il 40% della popolazione che viene preso in carico e accompagnato nel percorso di cura». Inoltre, «con gli ospedali di comunità si costruisce una rete intermedia tra l'ospedale per acuti e la convalescenza a casa».


MAPPA Gli ultimi 12 spazi scelti dal Comune comprendono otto strutture da costruire dopo aver abbattuto l'esistente: dall'ex scuola via Betti 71 (Municipio 8) al mercato coperto di via Moncalieri 15 (Municipio 9). Quattro edifici, invece, saranno  riqualificati, come una porzione dell'ex ospedale Bassi di viale Jenner 44 (Municipio 9). Le altre dodici  aree erano state individuate ad aprile: da via Rugabella 4 a via Sassi 4; da via Don Orione 2 a via Doria 52.
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 18 Maggio 2022, 11:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA