Vaccino, effetto Green pass: raddoppiate le prenotazioni, 31mila in 48 ore
di Simona Romanò

Vaccino, effetto Green pass: raddoppiate le prenotazioni, 31mila in 48 ore

L’obbligo di green pass per i lavoratori (a partire dal 15 ottobre) fa raddoppiare le prenotazioni giornaliere per il vaccino anti-Covid. Da giovedì scorso è scattata la corsa a immunizzarsi da parte degli scettici che forse, più che proteggersi dal contagio, vogliono salvarsi stipendio e posto di lavoro. E le richieste al portale, giovedì scorso, sono balzate a 13.791 contro le 9121 del giorno prima. Venerdì, un ulteriore incremento, con 17.320 appuntamenti fino a mezzanotte: 31.111 prenotazioni in 48 ore. Trend positivo anche nel weekend: l’assessorato regionale al Welfare «segnala un aumento del 119% rispetto alla media dei primi 15 giorni di settembre».

«Più vaccinati uguale a meno contagi, meno decessi e ritorno alla normalità», scrive sui social l’assessore regionale al Welfare Letizia Moratti. Per poi aggiungere: «A questo punto, l’invito a vaccinarsi va agli indecisi, perché anche una loro adesione è fondamentale. Ne mancano 250mila: vacciniamoci per continuare a vivere una vita normale nella socialità, nella scuola e nel lavoro, e per proteggere le persone più fragili».

 

ANDAMENTO SETTEMBRE. Le prenotazioni per il siero, nei primi 14 giorni di settembre, erano tra le seimila e le novemila al giorno. Il punto più basso l’11 settembre, con sole 3518. In sintesi, la media, ogni 24 ore, prima del decreto, era di 6100 appuntamenti. Da giovedì l’incremento.

 

NO VAX. Resta per lo zoccolo più duro dei no vax, tutti quelli che, già via social, si dicono pronti «a mantenere la propria posiziona»: temporeggiare a suon di tamponi e attendere fino al 31 dicembre quando scade il decreto del super green pass per tutti i lavoratori.

 

PROFILASSI. Secondo l’ultimo aggiornamento del Welfare, «è stato superato l’88% delle adesioni sulla popolazione vaccinabile e siamo quasi all’82% della vaccinazione completata. Con la speranza di riuscire a vaccinare il 90% dei lombardi». Gli over 80 risultano vaccinati al 95%, gli over 60 al 93%, dai 12 ai 29 anni all’83%; straordinaria la partecipazione dei ventenni (20/29) che supera il 90%, mentre sono in crescita quelle dei ragazzi 12/19 oltre il 75%. Bene i trentenni (84%), i 40enni (83%) e i 50enni (89%). Intanto, sabato, in Lombardia, sono state raggiunte 14.554.162 somministrazioni totali, con una media settimanale di quasi 33mila inoculazioni al giorno.


Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Settembre 2021, 21:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA