Vaccini over 80 in Lombardia, tutto entro 5 giorni. Dose senza prenotazione per chi non mai ha avuto risposta dal portale Aria
di Simona Romanò

Vaccini over 80 in Lombardia, tutto entro 5 giorni. Dose senza prenotazione per chi non mai ha avuto risposta dal portale Aria

Obiettivo: vaccinare quanti più possibile over 80 lombardi entro domenica 11 aprile. Per questo la Regione aveva annunciato di aprire da oggi al libero vaccino per coloro che, pur essendosi iscritti al portale Aria, non avevano mai ricevuto né sms né telefonata di appuntamento. Ma la corsa degli “autoconvocati” è stata anticipata dai diretti interessati. Addirittura già a Pasquetta e molti di più ieri si sono presentati spontaneamente negli hub vaccinali e negli ospedali - dal San Carlo al San Paolo, dal Niguarda al Pio Alberto Trivulzio - per chiedere ai medici la prima dose del farmaco. E per i sanitari è stato impossibile deluderli.

 

INIEZIONE SENZA SMS L’iniezione diretta, per il Pirellone, «serve a raggiungere l’obiettivo di una dose a tutti gli ultraottantenni che l’hanno chiesta entro domenica». Gli over 80 “dimenticati”, secondo il coordinatore della campagna vaccinale Guido Bertolaso, sono «qualche centinaia». Ma ci sono però anche quelli che non si erano ancora iscritti ad Aria, e per loro invece l'invito è di servirsi del portale delle Poste. Per «tutti gli over 80 che ancora non hanno aderito lo potranno fare tramite il portale di Poste». Secondo Ats, chi proprio non procederà alla prenotazione sarà contattato per capirne le motivazioni. L’importante, precisano le strutture sanitarie, è che «gli anziani con un appuntamento non lo anticipino di loro spontanea volontà», per non creare file.

 

DOSI «Sono state 7.600 le persone vaccinate a Pasqua nei 27 centri attivi», precisa la direzione generale al Welfare della Regione. «Più imponente la macchina organizzativa a Pasquetta, quando sono state effettuate 28.600 vaccinazioni».

 

SPERANZA ARANCIONE «I numeri migliorano, speriamo di ritornare in arancione», ha dichiarato il presidente regionale Attilio Fontana. «Da fine mese dovrebbero arrivare dal governo regole diverse sulle restrizioni e dal mese di giugno si potrebbe riparlare di riacquistata normalità».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 8 Aprile 2021, 12:35