Milan-Dinamo Zagabria, ultrà croati con bastoni e coltelli: assalto al supemercato di CityLife, 14 tifosi fermati

La Polizia ha denunciato 14 tifosi croati per la detenzione di fumogeni, un bastone telescopico e coltelli

Milan-Dinamo Zagabria, ultrà croati con bastoni e coltelli: assalto al supemercato di CityLife, 14 tifosi fermati

Incubo hooligans croati a Milano oggi, in vista della partita di Champions Milan-Dinamo Zagabria a San Siro. Nell'ambito dei servizi predisposti dal Questore di Milano Petronzi in occasione del match, che si disputerà oggi pomeriggio per la seconda giornata della fase a gironi della Champions Legaue, la polizia ha denunciato 14 tifosi croati per la detenzione di fumogeni, un bastone telescopico e coltelli. Un gruppetto di ultrà ha invaso il supermercato a CityLife che è stato evacuato dagli altri clienti, per motivi di sicurezza. Sul posto le volanti della polizia.

I poliziotti, impegnati nei controlli della tifoseria giunta questa mattina nel parcheggio ospiti dello Stadio Meazza, hanno accompagnato i supporters stranieri in Questura per gli adempimenti. Proseguono i servizi di ordine pubblico nel centro città e nei punti sensibili del capoluogo che si protrarranno sino al termine dell'evento.

C'è un precedente degli ultrà della Dinamo che risale al 2019, quando sbarcarono a San Siro per affrontare l'Atalanta, che giocava le partite europee al Meazza. Quel giorno i tifosi croati si trovarono all'Arco e partirono in corteo verso lo stadio paralizzando la città. Proprio fuori dall'impianto sportivo ci furono scontri con i bergamaschi, con un bilancio finale di otto feriti. Sei tifosi ospiti erano stati denunciati perché trovati in possesso di fumogeni e la stessa sorte era toccata ad altri tre, fermati in mattinata.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 14 Settembre 2022, 17:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA