Terremoto a Milano, seconda scossa nel bergamasco: «Tremava tutta la casa». Magnitudo 4.4, paura in Lombardia

La scossa è stata registrata alle 11.34 di questa mattina. L'epicentro a Bonate Sotto (Bergamo)

Video

Una fortissima scossa di terremoto è stata avvertita nella zona di Milano. Una scossa di magnitudo 4.4, con epicentro nella provincia di Bergamo. L'evento sismico, che è durato alcuni secondi, è stato chiaramente avvertito dalla popolazione: in tanti sui social affermano di aver sentito la scossa, decisamente forte. 

 

Leggi anche > Terremoto a Milano, Fedez e Chiara Ferragni in fuga in strada

 

Secondo quanto afferma l'Ingv sui suoi canali ufficiali, il terremoto è avvenuto alle 11.34 e l'epicentro è nella provincia di Bergamo: la magnitudo registrata è di 4.4. Come si legge sul sito Ingv, il terremoto è avvenuto a 2 km a est di Bonate Sotto (Bergamo), ad una profondità di 26 km. 

 

Leggi anche > Panico social: «Mi sono ca***o sotto». «Ho fatto 200 scalini in 2 secondi»

 

 

La scossa è stata avvertita distintamente anche in tutta la provincia di Pavia, così come nel milanese, dove i palazzi e le case hanno tremato e alcune persone sono scese in strada. Il centralino dei Vigili del fuoco è stato subito tempestato di telefonate. Dai primi accertamenti, twittano i Vigili del fuoco, non ci sarebbero danni.

 

 

«La casa ha iniziato a tremare»

 

Tanto spavento per la forte scossa di terremoto avvertita distintamente avvertita a Milano e nell'hinterland. «La casa ha iniziato a tremare» racconta Filippo, che si trovava all'interno del suo appartamento al quinto piano di un palazzo di nuova costruzione in zona Paolo Sarpi-Monumentale. Grosso spavento anche nell'hinterland: Mauro a Bresso ha sentito prima il pavimento tremare per due volte e poi l'edificio che ondeggiava. «Anche le piante sui mobili si sono mosse. Non l'avevo mai avvertito così forte» racconta. Daniela, che abita al terzo piano di una villetta a Gessate, parla di un forte botto, «come se fosse caduta l'asciugatrice fissata alla parete».

 

 

 

La seconda scossa nella bergamasca

 

Una seconda scossa di terremoto, meno forte della prima, si è registrata stamattina nella Bergamasca: stavolta l'epicentro è stato localizzato a Osio Sotto, alle 11,57, a 24,9 chilometri di profondità, stando ai dati dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. La scossa di assestamento è stata di magnitudo 2.2, dunque la metà di quella precedente con epicentro a Bonate Sotto: è stata percepita, ma con meno intensità della prima,. I due paesi distano una decina di chilometri. Non risultano danni né feriti nemmeno per questa seconda scossa. Tante le chiamate a vigili del fuoco e forze dell'ordine.

 

Evacuate scuole a Lecco e in Brianza

 

La scossa di terremoto è stata avvertita in tutto il territorio Lecchese, decine le chiamate ai centralini dei vigili del fuoco di Lecco e dei vari distaccamenti, ma non si registrano danni. Gli studenti delle scuole di Lecco sono stati fatti uscire dagli istituti in via precauzionale come previsto dal protocollo di sicurezza. La preoccupazione maggiore è stata per le famiglie che risiedono ai piani alti dei condomini, mentre a Merate (Lecco) è stato evacuato l'auditorium comunale e a Olgiate Molgora (Lecco) danni a una vecchia cascina, disabitata, in ristrutturazione.

 

La scossa si è sentita molto forte anche a Vimercate, in Brianza, dove testimonianze raccontano di lampadari che si sono mossi, specchi traballanti, scaldabagni tremanti e fioriere che si sono spostate di alcuni centimetri. Di fronte ad un locale supermercato ci sarebbe stato anche lieve incidente stradale provocato proprio dal panico suscitato dal sisma. Alcuni cittadini sono addirittura scesi per strada per paura dei crolli. A Treviglio a pochi chilometri dall'epicentro del sisma, gli studenti della scuola superiore Isis Zenale e Butinone sono stati evacuati.

 

LA MAPPA

 

 

Fontana: "Sentita in tutta la Lombardia"

 

«Sono in contatto con la Protezione Civile, al momento non abbiamo segnalazioni di danni a persone o cose». Lo scrive su Facebook il presidente della Regione Attilio Fontana dopo la scossa di terremoto di magnitudo 4,4 «sentita in tutta la Lombardia». L'epicentro, aggiunge Fontana «è stato vicino a Bonate Sotto» in provincia di Bergamo.

 

 

Sindaco Bonate: nessun danno né feriti

 

«Non risultano danni né per fortuna persone ferite, però stiamo ancora effettuando tutte le verifiche del caso», il commento rilasciato all'ANSA da Carlo Previtali, sindaco di Bonate Sotto, il paese epicentro del terremoto di questa mattina, percepito in tutta la Lombardia. «Ero in ufficio in municipio quando tutto ha iniziato a tremare - spiega il primo cittadino - ma non pensavo che l'epicentro fosse qui. Tant'è vero che poco dopo sono uscito per andare a un incontro e la piazza e il centro erano tranquilli: nessuna situazione di panico né allarme particolare»

 


Ultimo aggiornamento: Domenica 19 Dicembre 2021, 14:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA