Stalker d'Egitto. Monza, molesta una 15enne sul bus: e lei lo fa arrestare
di Greta Posca

Stalker d'Egitto. Monza, molesta una 15enne sul bus: e lei lo fa arrestare

Non c'era giorno in cui non si ripetesse la stessa storia. Un uomo seguiva una studentessa fino alla fermata dell'autobus. Quando lei saliva, lo faceva anche lui. Poi iniziavano il lento avvicinamento e le molestie.
Ma la giovanissima studentessa, 15 anni, non si è persa d'animo e ha deciso di denunciare il proprio stalker ai carabinieri. Così mercoledì l'uomo, 47 anni, egiziano, è stato arrestato a Monza dai carabinieri in flagranza di reato, per stalking e molestie alla minorenne. I militari lo hanno bloccato proprio mentre approcciava la giovane per l'ennesima volta, dopo essersi seduto accanto a lei su mezzo pubblico.
Era stata proprio l'adolescente a far partire le indagini, appunto, presentandosi in caserma terrorizzata qualche settimana fa, per denunciare che l'uomo la molestava da tempo sul mezzo pubblico che lei utilizza per andare a scuola. Una volta ascoltata la minore in audizione protetta, le indagini hanno documentato, anche grazie alla presenza di carabinieri in borghese sul bus, il modus operandi dell'uomo che, ieri mattina, è stato arrestato.
E per sensibilizzare alla ribellione e alla richiesta di aiuto ieri il Comune, nella Giornata contro la violenza alle donne, sono stati installati in tutte le sedi anagrafiche del Comune i manifesti per diffondere il servizio del 1522, il numero gratuito antiviolenza e stalking. L'iniziativa è stata presentata dal sindaco Giuseppe Sala con l'assessore ai Servici Civici Gaia Romani. «Centonove donne uccise da gennaio 2020 a oggi. È importante che nelle case del Comune ci fosse il 1522 che si può chiamare sempre, ed è gratis», ha sottolineato Romani.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 26 Novembre 2021, 08:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA