SOS anziani. Arrestato finto tecnico della corrente che svaligiava le case dei “nonni”
di Simona Romanò

SOS anziani. Arrestato finto tecnico della corrente che svaligiava le case dei “nonni”

Anziani nel mirino con un piano ben consolidato. Prima la telefonate da parte di un finto centralinista, che ricontattava le vittime, per distrarle, non appena il complice faceva ingresso nel loro appartamento. Poi, l’appuntamento per entrare nella abitazione dei malcapitati anziani con la scusa di essere un tecnico di A2A piuttosto che di Telecom. «C’è un guasto, lo dobbiamo risolvere», diceva alle vittime. Intanto, i poveretti erano raggirati dal complice ed erano “ripuliti” di oggetti preziosi, dal valore anche sentimentale, e contanti. Le manette sono scattate per un italiano che è accusato di furto aggravato e indebito utilizzo di carte di credito.

 

Quattro i furti contestati. Dopo un anno di indagine gli agenti del commissariato di Milano Mecenate hanno ammanettato il responsabile. Le indagini sono iniziate a inizio 2018 dopo la denuncia di una vittima che aveva subito un furto in casa da parte di una persona che si era presentata come un dipendente della A2A. Nei mesi successivi sono stati denunciati altri tre furti analoghi, sempre messi a segno da un finto tecnico che si era qualificato come operaio della Telecom. In un caso il ladro aveva rubato anche il bancomat ed era riuscito a prelevare un'ingente somma di denaro


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Settembre 2021, 17:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA