Milano, operazione bomba conclusa a Segrate: 430 persone evacuate e ordigno fatto brillare
di Greta Posca

Milano, operazione bomba conclusa a Segrate: 430 persone evacuate e ordigno fatto brillare

La bomba inglese di due quintali della seconda guerra mondiale ritrovata nel comune di Segrate non esiste più. Otto ore e un mese di preparazione per neutralizzare l’ordigno bellico. Ieri a Segrate è stata recuperata e disinnescata. Circa 430 le persone che sono state fatte evacuare dalla zona, a partire dalle 7 del mattino. Le operazioni sono state compiute dai militari del Decimo reggimento genio guastatori di Cremona, che ha fatto brillare la bomba nell’area verde di Segrate tra le vie Buozzi e Gaber. I residenti fatti evacuare, 430, sono andati da parenti, oppure nelle aree accoglienza attrezzate individuate dal Comune nel plesso scolastico di San Felice e nella zona sud Parco Idroscalo; quest’ultima per i soli possessori con cane al seguito. Le operazioni di evacuazione sono state coordinate dalla prefettura di Milano e si sono concluse alle 12 e 40, mentre la bomba è stata fatta brillare alle 15. La bomba era stata trovata nel cantiere vicino al terminal merci dello scalo ferroviario di via Rivoltana, a Segrate. L’ordigno è risultato essere una bomba d’aereo di fabbricazione inglese, modello Mk IV, residuato bellico risalente all’ultimo conflitto mondiale, con due spolette armate, posizionato in una buca a circa 2 metri di profondità. La bonifica è stata fatta dal Decimo reggimento genio guastatori dell’Esercito. Nel 2020 sono stati effettuati 63 interventi e distrutti 809 ordigni, mentre nel 2021, a oggi, sono stati conclusi 29 interventi e distrutti 120 ordigni.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 3 Maggio 2021, 09:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA