Scuola, l'assessora Scavuzzo: «A Milano tornano il pre e post asilo, ma non ci sono assistenti educativi»

Scuola, l'assessora Scavuzzo: «A Milano tornano il pre e post asilo, ma non ci sono assistenti educativi»

di Lorena Loiacono

Anna Scavuzzo, vicesindaco e assessora all'istruzione del Comune di Milano, come riparte l'anno scolastico?
«Le scuole tornano alle regole precovid e spero senza ulteriori stop and go. Torna il servizio di pre-scuola e post-scuola, utilissimo per le famiglie, a cui si potrà aderire da subito ma anche in corso d'anno».


Si torna anche a mensa?
«Sì, senza più bambini che mangiano in classe. Le mense ogni giorno accolgono 65mila bambini quindi torniamo a consolidare un servizio fondamentale».


Tornano, però, anche i vecchi problemi?
«Purtroppo sì, primo fra tutti la mancanza di assistenti educativi per gli asili per poi proseguire, purtroppo in continuità, alle elementari con la mancanza di docenti di sostegno statali».


Quanti assistenti educativi mancano?

«Sulla carta li abbiamo tutti ma sappiamo bene che non è così: le certificazioni dei bambini continuano ad arrivare, negli ultimi giorni ne abbiamo avute 20 in più. Inoltre il personale che accetta il ruolo nelle scuole comunali può essere chiamato dagli istituti statali e lasciare vuoto il posto da noi. Può accadere anche a ottobre, seguendo i tempi delle scuole statali. Bisogna rivedere i tempi».


I posti all'asilo ci sono per tutti?
«Nelle scuole dell'infanzia sono 18921 i posti già assegnati e solo 118 le domande ancora in attesa ma possono scegliere su un totale di 1500 posti disponibili».


Nei nidi ci sono piu problemi?
«Sì, sono 7920 i posti assegnati ma resta una lista di attesa da 1943 domande su circa 504 posti ancora disponibili».


Milano sta sfruttando i fondi Pnrr per i nidi?
«Apriremo un polo 0-6 e ne arriveranno altri due. Ma anche qui ci vuole visione: serve il personale e i contenuti». 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 12 Settembre 2022, 09:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA