Piazza Fontana 50 anni dopo, oggi l'anniversario della strage alla Banca dell'Agricoltura
di Giovanni Migone

Piazza Fontana 50 anni dopo, oggi l'anniversario della strage alla Banca dell'Agricoltura

Sono passati 50 anni dalla ferita indelebile che la strage di piazza Fontana rappresenta per Milano e per il Paese. Uno squarcio che la città si appresta oggi a ricordare accogliendo il presidente Mattarella, che torna a Milano per omaggiare le 17 persone che quel 12 dicembre 1969 persero la vita nella Banca Nazionale dell'Agricoltura per l'esplosione della bomba innescata dai neofascisti riconducibili a Ordine Nuovo. Un fitto calendario di eventi che ha già preso il via nei giorni scorsi e che oggi culmina con le celebrazioni dell'anniversario.
MATTARELLA. Il primo appuntamento è per le 14,30, quando il Capo dello Stato sarà a Palazzo Marino per partecipare alla seduta straordinaria del Consiglio comunale. Interverranno il sindaco Giuseppe Sala, il presidente dell'aula Lamberto Bertolé e Carlo Arnoldi, presidente dell'associazione familiari delle vittime. Una seduta che sarà possibile seguire anche su un maxi schermo allestito in Galleria. Mattarella incontrerà privatamente, prima della seduta, i familiari delle vittime.
I TRE CORTEI. Non basta un anniversario importante come quello dei 50 anni dalla strage per unire tutti i milanesi in un unico abbraccio per le vittime del 12 dicembre 1969. Anzi. Sono addirittura tre, contro i due degli altri anni, i cortei che sfileranno per la vie di Milano. Il primo partirà, come di consueto, da piazza della Scala subito dopo la seduta del Consiglio e terminerà in piazza Fontana, dove, di fronte all'ex Banca dell'Agricoltura, il sindaco e le associazioni deporranno le corone di fiori alla memoria delle vittime. L'altro tradizionale corteo, quello in ricordo di Giuseppe Pinelli organizzato dalla galassia anarchica, partirà invece da piazza Cavour alle 18, ma non sarà a ranghi completi. Il Circolo Ponte della Ghisolfa di viale Monza si è infatti dissociato dall'abituale appuntamento, radunando i propri iscritti in piazza Fontana sempre alle 18, da dove partirà un corteo indipendente per le vie del centro. Grande attenzione, come tutti gli anni, sarà posta al tema della sicurezza, per evitare che eventuali proteste e contestazioni possano sfociare in scontri, come già accaduto in passato.

riproduzione riservata ®
Giovedì 12 Dicembre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA