Pavia, pirata della strada investe e uccide un 30enne e poi va a lavoro: individuata grazie alle telecamere

L'incidente alle 7.30 del mattino sul Lungoticino Resistenza, la vittima è morta in ospedale poco dopo

Pirata della strada investe e uccide un 30enne e poi va a lavoro: individuata grazie alle telecamere

Un uomo di 30 anni è morto stamattina a Pavia, investito da un'auto pirata mentre era in sella alla sua bicicletta. L'incidente si è verificato poco dopo le 7.30 in viale Lungoticino Resistenza, proprio davanti al comando della polizia locale. A investire il cicliclista è stata una donna, successivamente identificata, che dopo aver ucciso l'uomo è andata a lavoro come se niente fosse successo.

Incidente a Massafra: morti tre giovanissimi. Lo strazio dei genitori che percorrevano la stessa strada

La pirata a lavoro dopo l'incidente

 

La conducente della vettura, che non si è fermata a prestare soccorso, è stata poi identificata dagli agenti, anche grazie alle telecamere della zona. La donna, che si era recata al lavoro, è stata portata al comando per essere interrogata. L'incidente si è verificato in un punto particolarmente trafficato a quell'ora. Le condizioni del 30enne investito sono subito parse gravi. Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118, con un'ambulanza e un'automedica, il ferito è stato trasportato al pronto soccorso del San Matteo dove poco dopo è morto.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Gennaio 2023, 23:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA