Milano, incendio al palazzo di giustizia: rogo pauroso, distrutto l'archivio

Milano, incendio al palazzo di giustizia: rogo pauroso, distrutto l'archivio

I vigili del fuoco con 18 squadre sono intervenuti nella prima mattinata di sabato al Palazzo di giustizia di Milano dove ha preso fuoco l'ultimo piano dell 'edificio, il settimo. Sul posto anche carabinieri e Polizia locale.

Bruciate nella notte le ambulanze utilizzate per il coronavirus

 
 


Le fiamme sarebbero partite dall'area dell'archivio del tribunale, situato nel cuore di Milano.
Sul posto sono arrivati poco prima delle 5.30 i mezzi di vigili del fuoco, anche se al momento non risultano persone coinvolte. Sulle cause non ci sono ancora certezze, anche se il fatto che il Tribunale fosse chiuso lascia ipotizzare un'origine accidentale dell'incendio. In via Freguglia sono stati inviati anche i carabinieri del Nucleo Radiomobile.

Da quanto è stato dichiarato, la cancelleria centrale dei gip è stata completamente distrutta nell'incendio. Sul posto anche il pm di Milano Alberto Nobili, a capo del pool antiterrorismo. I vigili del fuoco stanno ancora lavorando nel palazzo e sono presenti numerose squadre anche con il dispositivo mobile per la protezione delle vie respiratorie. Sono al vaglio tutte le ipotesi, al momento nessuna la causa concreta.

Sono agibili quattro piani del Palazzo di Giustizia. Rimangono chiusi il quinto, sesto e settimo piano, quello interessato dall'incendio.

Non ci sono feriti nel rogo. Le fiamme sembra siano parte di un archivio al piano musicale quando l'edificio era chiuso. L'attività di Palazzo di Giustizia è per altri ridotta ai servizi essenziali a causa dell'epidemia di coronavirus.

Ultimo aggiornamento: Sabato 28 Marzo 2020, 14:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA