Milano, narcotraffico internazionale e opere d'arte comprate per riciclare il denaro: 31 arresti in Italia, Olanda, Spagna e Lituania

L'operazione è coordinata dalla Dda di Milano

Video

Narcotraffico internazionale e riciclaggio del denaro attraverso l'acquisto di opere d'arte. La Polizia di Stato sta eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 31 persone accusate a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di droga e con forti legami con trafficanti sudamericani, latitanti ed esponenti di spicco della criminalità organizzata. L'operazione, coordinata dalla Dda di Milano sta interessando varie regioni e Stati tra cui Olanda, Spagna e Lituania. Inoltre è in corso il sequestro di una galleria d'arte moderna ad Amsterdam nella quale, con false fatturazioni, venivano riciclati i proventi del narcotraffico anche nell'acquisto di quadri e altre opere. 

 

Le indagini, coordinate dal pm della dda milanese Silvia Bonardi, hanno portato anche 50 perquisizioni. L'attività, svolta grazie a una significativa e articolata cooperazione internazionale coordinata da Eurojust, si è avvalsa anche del supporto di Europol, del Servizio Centrale Operativo della Direzione Centrale Anticrimine, della Direzione Centrale Servizi Antidroga e del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia - Divisione Interpol e Divisione Si.Re.Ne. L'operazione, condotta dai poliziotti della Unità Specializzata Antidroga della Squadra Mobile della Questura di Milano, è iniziata a settembre 2019 con l'individuazione di una cellula locale di trafficanti milanesi, riconducibile a due imprenditori nel campo della ristorazione. Da lì si è risaliti a un importante broker internazionale della droga con collegamenti diretti con referenti sul territorio nazionale della criminalità organizzata campana, pugliese e albanese. Le ordinanze di custodia cautelare sono state firmate dal gip Carlo Ottone De Marchi.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 12 Maggio 2022, 12:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA