Morto Vito Artioli, il re delle scarpe: tra i suoi clienti Obama, Putin, Papa Wojtyla e Michael Jackson

Morto Vito Artioli, il re delle scarpe: tra i suoi clienti Obama, Putin, Papa Wojtyla e Michael Jackson

Tra i clienti più noti di Vito Artioli ci furono Gary Cooper, Barack Obama, Donald Trump, Vladimir Putin, Papa Giovanni Paolo II, Elton John, Michael Jackson e Prince

Il mondo dell'imprenditoria italiana in lutto per Vito Artioli. Il proprietario del calzaturificio che porta il suo nome, re delle scarpe di lusso, è morto a Tradate (Varese): avrebbe compiuto 86 anni a luglio.

 

Leggi anche > Ucraina, la moda chiude le boutique in Russia: anche Prada sospende attività retail

 

Vito Artioli aveva ereditato il calzaturificio dal padre Severino, che lo aveva fondato nel 1912. Le scarpe di lusso, interamente fatte a mano, avevano conquistato i vip e gli esponenti politici più importanti al mondo, nel corso dei decenni. Fra i clienti, infatti, figurano l'attore Gary Cooper, i cantanti Michael Jackson, Elton John e Prince, e Capi di Stato come Barack Obama, Saddam Hussein, Donald Trump, Vladimir Putin e Papa Wojtyla.

 

Vito Artioli era stato anche presidente della Camera di Commercio di Varese e dell'associazione artigiani. La sua attività era già stata ereditata dal figlio Andrea, che porta così avanti la lunga e vincente tradizione di famiglia. I funerali si svolgeranno a Tradate l'8 marzo nella chiesa di Santo Stefano alle 15:30.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 7 Marzo 2022, 16:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA