Morta per una puntura di zanzara del Nilo: Martina aveva 27 anni e lottava con la leucemia

Martina Mancuso, 27enne, era molto debilitata dal trapianto di midollo che aveva affrontato poco tempo prima e il virus West Nile l'ha uccisa

Morta per una puntura di zanzara del Nilo: Martina aveva 27 anni

di redazione web

Una ragazza di 27 anni, Martina Mancuso, di Pescate in provincia Lecco, è morta a seguito di un'infezione a causa della puntura di una zanzara del Nilo. La giovane, malata di leucemia, era ancora debilitata dopo un trapianto di midollo.

Leggi anche > Incidente a Striano, perde il controllo e si schianta contro un portone: Salvatore morto a 19 anni, grave la fidanzata

«Una maledetta zanzara»

 

Martina non aveva mai perso la voglia di vivere. Ma le sue difese immunitarie erano molto basse. «Pochi mesi fa aveva affrontato il trapianto del midollo saltellando - ha raccontato la madre Orietta Zecchinato sconvolta - Adesso, una maledetta zanzara ce l'ha portata via». Fatale la puntura di un insetto contraendo il virus del West Nile.

«Una combattente»

Originaria di Colle Brianza (Lecco), Martina viveva da qualche tempo a Pescate con il fidanzato. L'epilogo ieri, dopo una settimana di coma nell'ospedale «San Gerardo» di Monza. La vita della giovane - «un'autentica combattente» la ricorda la mamma - è stata sconvolta e stroncata nel giro di un anno. «A causa delle difese immunitarie molto basse, l'infezione ha provocato un'encefalite. Martina è andata in coma lo scorso sabato. Aspettavamo il miracolo. Ma non è avvenuto».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 7 Novembre 2022, 09:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA