Milano, da Cattaneo a Porta, le statue e i monumenti tornano a brillare. Il prossimo sarà Garibaldi a cavallo
di Paola Pastorini

Milano, da Cattaneo a Porta, le statue e monumenti tornano a brillare. Il prossimo sarà Garibaldi a cavallo

Non proprio ramazza e secchio, ma quasi. Prosegue l’operazione ripulitura che il Comune sta riservando alle statue dei grandi milanesi e italiani danneggiate da smog, intemperie e anche dai vandali. Ultimo tornato a splendere è il monumento a Carlo Cattaneo di via Santa Margherita. L’intervento di 3 mesi ha ripulito pietra e bronzo anneriti da depositi di inquinanti atmosferici e dagli ossidi metallici trasportati sugli ornati e generati dal tram - seguito da opere di sigillatura finale dei giunti, dalla protezione della pietra e dalla stesura di cere per salvaguardare il bronzo. Anche cancellata è stata ripulita. Altro grande milanese “lavato” è il poeta Carlo Porta (foto). Il monumento, posto tra via Larga e piazza Santo Stefano, è una replica in bronzo del 1966 di quello in marmo distrutta dai bombardamenti della seconda guerra. La statua è stata “ripulita” per il bicentenario dalla morte del cantore in versi del dialetto milanese. Interventi conclusi anche per il Centauro di Igor Mitoraj nella fontana di piazza Enzo Paci alla Barona e per la Statua dell’Italia ai giardini Montanelli, in coordinamento con la Soprintendenza. Tra i prossimi interventi, la statua di Emilio De Marchi sempre ai giardini di via Palestro, il restauro conservativo della Croce di Sant’Ulderico in piazza San Nazaro in Brolo. Poi, toccherà ai monumenti a Felice Cavallotti in via Senato e a Luciano Manara, all’accesso dai Bastioni dei giardini di via Palestro. Ma forse la statua più celebre in lista di attesa è quella di Giuseppe Garibaldi a cavallo in largo Cairoli, che si avvierà con il restyling di piazza Castello. Il monumento dovrà essere ripulito dagli inquinanti e dagli agenti ferrosi dati dalla vicinanza dei tram. E le periferie? È in partenza la riqualificazione delle due fontane di via Perini a Quarto Oggiaro e delle vasche di via Bruno Cassinari a Santa Giulia. «La cura di Milano - dichiara l’assessore all’Urbanistica e Verde Pierfrancesco Maran - passa anche dalla conservazione e valorizzazione dei suoi monumenti». 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 8 Aprile 2021, 06:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA