Scavi portano alla luce 300 monete romane a Como. «Uno dei tesori più grandi mai ritrovati»

  • 9
    share
Un tesoro di 300 monete d'oro d'epoca romana è venuto alla luce mercoledì pomeriggio a Como, a circa un metro di profondità durante gli scavi per la realizzazione di una palazzina in centro. Le monete sono contenute in un'anfora risalente probabilmente al IV secolo d.C. o di prima epoca bizantina. Della vicenda si sta occupando la Sopraintendenza ai Beni archeologici di Milano, che ha fermato i lavori nel cantiere nel punto del ritrovamento e che mantiene il riserbo in attesa di ulteriori accertamenti.

LEGGI ANCHE: Ritrovate 300 monete d'oro romane del IV secolo: «Valgono milioni di euro»
 


«Como è stata fondata dai romani ed è naturale trovare reperti, ma questo potrebbe essere uno dei tesoretti romani più importanti mai ritrovati», ha spiegato al quotidiano "La Provincia" il presidente della società Archeologica di Como Giancarlo Frigerio. «La zona del ritrovamento ospitava le abitazioni private dei nobili romani: l'anfora potrebbe essere stata nascosta nei muri della casa per evitare furti, probabilmente all'epoca delle invasioni»
 
Lunedì 10 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 14:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2018-09-10 16:36:38
Accidenti che colpo il nuovo Governo porta bene.....
2018-09-10 22:23:02
una battuta " sinistra "...
DALLA HOME