Aggressione al vigile, tre indagati. Sala in consiglio Comunale. «Adesso 500 vigili e telecamere»

Milano, aggressione al vigile, tre indagati. Sala in consiglio comunale: «Adesso 500 vigili e telecamere»

di Simona Romanò

Ci sono tre indagati per l’aggressione al vigile di venerdì. La Procura ha iscritto nel registro degli indagati per rapina e resistenza a pubblico ufficiale tre giovani skater di Bolzano che si difendono: «Il vigile non si è qualificato. Gli abbiano strappato la pistola per paura». I tre hanno fra i 19 e 23 anni e sono i primi identificati del gruppo, composto da una quindicina di giovani. Intanto, il grave episodio (insieme con gli abusi di gruppo a Capodanno in Duomo) ha accesso nuovamente il faro sulla sicurezza a Milano e il sindaco Giuseppe Sala è intervenuto in consiglio comunale ieri annunciando «l’anticipo del bando per l’assunzione di nuovi 500 vigili, 240 già a novembre». L’AGGRESSIONE I video diffusi via social sul vigile mostrano solo alcuni momenti. Non la fase iniziale in cui l’agente sostiene che «è stato circondato, lui si è qualificato e ha sparato in aria». Ne è nata una colluttazione, «con i giovani che gli hanno strappato la pistola» e nella concitazione è partito un secondo colpo che solo per caso non ha ferito nessuno. Nei filmati non si vedono nemmeno gli skater scappare e gettare l’arma sotto a un’auto, ma si sente che urlano «di chiamare la polizia». I ragazzi si sono difesi appunto dicendo che il vigile non si è qualificato e che quando ha estratto la pistola «nessuno voleva picchiarlo. Ci siamo mossi per disarmarlo, eravamo spaventati». PIANO SICUREZZA Sala ha parlato «dell’allarme sociale post-pandemia», anticipando che «il bando per reclutare 500 nuovi vigili sarà avviato giovedì: 240 operativi da novembre, gli altri a novembre 2023», per arrivare a 3.350 unità, «il massimo storico». Oggi, «nel corpo, cHa auspicato anche «il sostegno immediato dello Stato» e promette «nuovi investimenti per potenziare le 1.945 telecamere di sicurezza». PROTESTE Non ci sta il centrodestra: parla di «Far West» e la Lega, in presidio davanti al Comune, vuole le dimissioni dell’assessore alla Sicurezza Marco Granelli.


Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Gennaio 2022, 06:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA