Milano, insegnanti in coda per il vaccino: 2200 iniezioni in un giorno

Milano, insegnanti in coda per il vaccino: 2200 iniezioni in un giorno

di Simona Romanò

Insegnanti, bidelli, personale amministrativo. È partita ieri, con 2200 immunizzati a Milano (fra l’ospedale in Fiera, la Fabbrica del Vapore e il Museo della scienza), la vaccinazione di massa del personale scolastico lombardo. Tutto è filato liscio, soltanto qualche docente che, sebbene avesse ricevuto l’sms con l’appuntamento, non risultava negli elenchi dei “vaccinandi”.

Le prime iniezioni in Fiera sono state somministrate alle 8,30 dai medici del Policlinico, che alle 18,30 sono arrivati a quota 1100 docenti protetti dal virus. Alla Fabbrica del Vapore, invece, l’obiettivo è stato di 600 vaccinati dai sanitari del Sacco-Fatebenefratelli. E al Museo della scienza di 500, grazie al personale dell’ospedale San Giuseppe del Gruppo MultiMedica. Al netto della vigilia complicata, con ritardi e problemi per le fiale che arrivano con il contagocce, ora si è partiti e il ritmo deve procedere spedito con circa cinquemila professori da immunizzare al giorno in tutta la Lombardia. Delle 200mila persone, che lavorano a scuola e che hanno diritto alla prima delle due dosi di Atrazeneca, hanno già aderito in 137.829, quasi il 70%. È la dimostrazione che c’era molta attesa fra il personale scolastico, uno dei più esposti in questa terza ondata perché la variante inglese coinvolge in particolare proprio le scuole. Tanto da costringere Regione Lombardia a chiuderle tutte da venerdì scorso, eccetto i nidi.

«Ora mi sento più serena, anche se adotterò sempre tutte le precauzioni», spiega Maria Chiara, professoressa di un liceo di Saranno, in coda alla Fiera. Ilaria, maestra di Milano racconta l’«ondata paurosa di contagi nelle scorse settimane»: «Nella mia classe terza avevo quattro bambini in quarantena su 20, per genitori positivi». Aggiunge Luisa, una collega: «Per noi il vaccino è importantissimo, perché il contatto umano con i bambini è fondamentale. Se un alunno ci chiede di allacciargli una scarpa non possiamo allontanarlo». Intanto, in Lombardia sono state somministrate in tutto 832.327 dosi, di cui 279.594 richiami.


Ultimo aggiornamento: Martedì 9 Marzo 2021, 09:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA