Guida col telefonino, boom di multe: 10 al giorno
di Simona Romanò

Guida col telefonino, boom di multe: 10 al giorno

Lotta dura agli automobilisti che usano il cellulare alla guida.
I vigili danno la caccia ai “dipendenti” da smartphone che non l’abbandonano mai, nemmeno mentre guidano nel traffico, fra un sms, una telefonata senza auricolare, uno sguardo a whatsapp o ai social. Il malcostume è diffuso e per questo motivo è boom di multe agli indisciplinati: 2.700 i verbali staccati l’anno scorso (161 euro, oltre a cinque punti decurtati dalla patente, 112,50 euro se il pagamento avviene entro cinque giorni) e sono già 1.725 quelli già elevati nel primo semestre dell’anno, ovvero circa 10 al giorno, con una media di 400 negli ultimi mesi. L’escalation è merito del servizio ad hoc predisposto dai ghisa motociclisti in borghese da arzi: quattro agenti che, in sella a due moto, setacciano le strade dalle 7 alle 20.
Senza sirene e divisa non danno nell’occhio e sulle due ruote possono affiancarsi facilmente alle macchine, anche quelle in fila ai semafori, per scrutare ciò che accade nell’abitacolo, imponendo l’alt se il guidatore è alle prese con il cellulare. Inutili i maldestri tentativi di farlo scomparire in qualche pertugio e le scuse più banali inventate dagli indisciplinati, dalla mamma anziana al figlio ammalato. La sanzione è assicurata. «Perché usare il cellulare mentre si guida è percepito pericoloso, ma in troppi i lo considerano quasi un peccato veniale – spiega il vicesindaco con delega alla Sicurezza Anna Scavuzzo – La distrazione alla guida è una delle prima cause di incidenti. Come amministrazione stiamo lavorando sulla repressione, ma anche su nuove campagne informative». E ancora: «È necessario che si rendano conto che anche solo scrivere un messaggio può costare la vita, propria o altrui», prosegue la Scavuzzo. Ma quanto è pericoloso l’amato telefonino? Secondo le ricerche di Anas e polizia stradale, scrivere un sms è come viaggiare per 300 metri al buio.
Connettersi a facebook significa distrarsi per almeno 20 secondi, quindi, è come percorrere cinque campi da calcio alla cieca a 100 km/h.

Lunedì 10 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 06:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME