Stupro di gruppo a Milano, restano in carcere i 2 arrestati

la donna è stata trascinata in uno degli spazi verdi dei giardini di piazza Napoli, zona sud ovest di Milano, e ha subito abusi da un gruppo di persone

Stupro di gruppo a Milano, restano in carcere i 2 arrestati

Devono restare in carcere il 42enne della Nuova Guinea, Tidiane Amadou Barry, e l'egiziano di 22 anni, Ahmed Shaeban, arrestati nella notte tra sabato e domenica scorsa per aver violentato una donna brasiliana di 42 anni nei giardini di piazza Napoli, a Milano.

Stupro di gruppo a Milano, brasiliana violentata da tre uomini: due arrestati, uno è in fuga

Lo ha deciso il gip milanese Massimo Baraldo disponendo per i due, dopo gli interrogatori, la custodia cautelare come richiesto dalla Procura. Lo stupro, scrive il gip nell'ordinanza, è «maturato in un contesto di degrado urbano» da parte di «persone dedite all'ozio e al consumo di alcolici» e al «bivacco» nei «luoghi pubblici».

Stando a quanto ricostruito dalle indagini, la donna è stata trascinata in uno degli spazi verdi dei giardini di piazza Napoli, zona sud ovest di Milano, e ha subito abusi da un gruppo di persone (una terzo uomo è fuggito ed è ancora ricercato). Grazie alla segnalazione di alcuni passanti quella notte sono intervenuti i carabinieri del Nucleo radiomobile che sono riusciti ad arrestare i due uomini. La donna è stata portata all'ospedale Policlinico, dove è stata accertata la violenza subita. 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 6 Luglio 2022, 16:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA