Milano, il sindaco Sala canta "Bella Ciao" fuori dal liceo Parini per lo studente Mancuso, morto come partigiano IL VIDEO

Il ragazzo, dopo aver frequentato il Parini, si era iscritto all'università, ma dopo l'armistizio aveva interrotto gli studi di Medicina per entrare nella Resistenza.

Milano, il sindaco Sala canta "Bella Ciao" fuori dal liceo Parini per lo studente Mancuso, morto come partigiano IL VIDEO

Omaggio del Sindaco Sala. Questa mattina, davanti al liceo Parini di Milano, il sindaco Giuseppe Sala ha intonato la canzone 'Bella ciao', a pochi giorni dal 25 Aprile, per ricordare Giambattista Mancuso, studente dell'Istituto e figlio del custode del liceo, morto come partigiano nel 1944. Il video del momento è stato pubblicato sulla pagina Instagram del sindaco che si è mostrato fuori dal liceo insieme a studenti e genitori. 

Leggi anche > «Cantava e mi è partito il raptus»: così Davide ha ucciso mamma Fabiola

Secondo quanto scrive l'Anpi, la famiglia di Mancuso si era trasferita dalla Calabria a Milano quando il padre, Vincenzo, aveva trovato nel capoluogo lombardo un incarico di custode. Giambattista, dopo aver frequentato il Parini, si era iscritto all'università, ma dopo l'armistizio aveva interrotto gli studi di Medicina per entrare nella Resistenza. Inquadrato nella Divisione "Orobica" di "Giustizia e Libertà" e, successivamente, nella Brigata partigiana "XXIV maggio", per mesi il ragazzo si era assunto il rischioso compito di trasportare armi alle formazioni partigiane operanti in Val Brembana. Per uno di questi trasferimenti aveva avuto l'ardire di chiedere un passaggio a un veicolo di fascisti. Morì in Val Brembana combattendo, con altri 18 partigiani, sulle alture di Cornalba, investite dal rastrellamento compiuto da 450 militi delle Brigate nere. Sulla casa milanese di Porta Nuova, dove lo studente abitava al numero 4 di via Goito, c'è una lapide in suo ricordo con la scritta: «Qui dimorò/Giambattista Mancuso/ studente universitario/ che il fiore della giovinezza/ volle offrire in sacrificio eroico/ nella lotta per la libertà/ Palmi 1922-Val Brembana 1944». 


Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Aprile 2022, 15:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA