Milano, sciopero di otto ore dei metalmeccanici

Milano, sciopero di otto ore dei metalmeccanici

Scatta la protesta dei metalmeccanici. Il corteo di Milano per lo sciopero di otto ore indetto da Fim, Fiom e Uilm è partito alle 9 da porta Venezia, direzione piazza Duomo: in strada i lavoratori per chiedere una nuova politica industriale e, in particolare, un piano di investimenti pubblici nelle infrastrutture materiali e sociali e una riforma fiscale che riduca la tassazione su lavoratori e pensionati.

Il Governo deve "decidere che cosa fare rispetto a cosa chiede l'Europa, quale legge di stabilità si fa. E' chiaro che noi non escludiamo nulla ma tutto questo lo decideremo insieme e insieme a Cisl e Uil, perché la novità di questa fase è una ritrovata capacità di azione unitaria che è un bene prezioso che va salvaguardato" dichiara il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, interpellato sull'ipotesi di uno sciopero generale.

E sono oltre 10mila le tute blu a Firenze: stanno sfilando per le vie del centro, da Piazza Cavalleggeri, sui Lungarni, passando poi vicino a Piazza della Signoria, per raggiungere Piazza della Santissima Annunziata dove si svolgerà il comizio finale. Dietro lo striscione che ha aperto il corteo, sono schierati i segretari regionali di Fim, Fiom e Uilm, il sindaco di Firenze Dario Nardella e il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi. Alla manifestazione partecipano la segretaria generale della Cisl, Anna Maria Furlan, il segretario generale della Uilm, Rocco Palombella, e Gianna Fracassi segretaria confederale della Cgil.
Venerdì 14 Giugno 2019, 11:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA