Milano, rider fa le consegne il giorno dello sciopero, aggredito dai suoi colleghi in strada

Milano, rider fa le consegne il giorno dello sciopero, aggredito dai suoi colleghi in strada

Fa le consegne durante il giorno indetto per lo sciopero e viene aggredito. Un rider è stato aggredito in via Dante a Milano da altri colleghi perché aveva deciso di lavorare, di fare le consegne a domicilio senza rispettare lo sciopero della carìtegoria organizzato per poter avere maggiori diritti e tutele legali. 

 

Leggi anche > Milano, choc e degrado: carovane di rom in piena emergenza Covid

 

L'umo aveva scelto di lavorare lo stesso quando i suoi colleghi lo hanno raggiunto, lo hanno aggredito, gli hanno gettato in terra il cibo che avrebbe dovuto consegnare e hanno cominciato a strattonarlo. La scena non è rimasta indifferente alle numerose persone che hanno assistito e che hanno deciso di allertare le autorità. Insieme ai carabinieri sul posto sono arrivati i sanitari del 118 ma frotunatamente il rider non ha riportato alcuna lesione, mentre i suoi aggressori si erano già dati alla fuga.

 

I rider hanno deciso di protestare a Milano, così come nel resto d'Italia, in occasione del "no delivery day": chiedono reddito e salari garantiti. Da tempo infatti si discute della condizione di precarietà lavorativa dei rider, tanto che la Procura di Milano ha aperto un filone di inchiesta mentre gli ispettori del lavoro hanno notificato a quattro colossi del settore, Glovo-Foodinho, Just Eat, Uber e Deliveroo.


Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Marzo 2021, 16:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA