Da Bozzo a Fresu, torna JazzMi con 200 appuntamenti in giro per Milano
di Ferruccio Gattuso

Da Bosso a Fresu, torna JazzMi con duecento appuntamenti in giro per Milano

 La pandemia perde colpi, la musica li assesta al ritmo perfetto del jazz. Torna JazzMi, rassegna alla sua sesta edizione, diretta da Luciano Linzi e Titti Santini, realizzata dall’omonima associazione con Comune e altre istituzioni private.

Da giovedì 21 e fino al 31 ottobre Milano si apre a un cartellone fitto di nomi prestigiosi nazionali e internazionali, come di tradizione esteso a diversi angoli della metropoli, dal centro con Triennale e Teatro Dal Verme, al quartiere Isola con il Blue Note, per toccare le periferie e perfino l’hinterland.In tutto oltre 200 appuntamenti. «Una vera festa per Milano – aveva spiegato l’ex assessore alla Cultura  Filippo Del Corno – perché molti club che vi partecipano sono gli stessi che hanno sofferto molto in questi mesi: questi spazi tornano a recuperare un ruolo di socialità e cultura». Sulle stesse corde ottimiste vibra il commento di Luciano Linzi: «Il 2020 ci eravamo dovuti interrompere dopo quattro giorni, ma già allora il pubblico aveva mostrato desiderio di voler riprendere a vivere culturalmente la città. Quest’anno si torna in grande, come nel 2019. Gli ingredienti che hanno reso JazzMi popolare ci sono tutti: nessun purismo, piuttosto dialogo tra jazz e altre culture». Benché la missione della rassegna resti la promozione del jazz italiano, non mancheranno artisti di levatura mondiale, basti pensare a nomi attesi in Triennale come il trombettista Theo Crocker (31 ottobre), i newyorchesi Broken Shadows (24 ottobre), il giovane virtuoso del vibrafono Joel Ross da Chicago (29 ottobre). Tra gli italiani, Paolo Fresu alla tromba (celebrante i dieci anni della sua etichetta Tuk il 23 ottobre al Volvo Studio e il 24 ottobre live in Conservatorio), il batterista Roberto Gatto (23 ottobre, Triennale), il sassofonista Paolo Tomelleri (29 ottobre, Cricolo Arci Grossoni di Affori), Fabrizio Bosso con il suo quartetto alla sua prima volta in JazzMi (26 ottobre Triennale) e artisti non direttamente collegabili all’universo jazz come Vinicio Capossela (28-29 ottobre, Blue Note) e Alex Britti (27 ottobre, Teatro Dal Verme).

Il via della rassegna, giovedì 21 alle ore 20.30, con il bassista africano Richard Bona e il pianista cubano Alfredo Rodriguez, in duo al Blue Note.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Ottobre 2021, 06:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA