Processo per i rapper Baby Gang, Neima Ezza e Samy Free: accusati di quattro rapine

I rapper dovranno rispondere di quattro episodi

Processo per i rapper Baby Gang, Neima Ezza e Samy Free: accusati di quattro rapine

Rinviati a giudizio Zaccaria Mouhib (aka Baby Gang di 20 anni), Amine Ez Zaaraoui (aka Neima Ezza, Samy Free di 20 anni) e un un 31enne albanese. A richiederlo è stata la Procura per alcune rapine commesse a Milano e Vignate

Leggi anche > Vende lussuoso appartamento: quasi un milione di euro da pagare in criptovaluta

I rapper dovranno rispondere di quattro episodi di rapine, di cui tre avvenuti tra le Colonne di San Lorenzo e piazza Vetra a maggio 2021, e il quarto a Vignate (Milano), lo scorso luglio. Baby Gang era stato scarcerato lo scorso febbraio dal tribunale del Riesame, dopo essere stato arrestato a gennaio, perché il suo legale Niccolò Vecchioni aveva dimostrato come le prove a suo carico fossero lacunose.

A fine febbraio, poi, il gip Luca Milani aveva sostituito, per Neima Ezza, i domiciliari con l'obbligo di dimora a Milano e permanenza a casa dalle 20 alle 7. Niente più domiciliari anche per Samy Free, che aveva a sua volta visto attenuarsi le misure cautelari nei suoi confronti. Non era stato arrestato, invece, il 31enne, quarto indagato. Il 18 ottobre l'udienza preliminare si aprirà davanti al gup Domenico Santoro che dovrà decidere sul rinvio a giudizio o meno. 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Maggio 2022, 21:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA