Milano, preparativi per riapertura ospedale in Fiera. Fontana: «Niente allarmismi»

Milano, preparativi per riapertura ospedale in Fiera. Fontana: «Niente allarmismi»

Belleri: «La richiesta per adesso riguarda due moduli da 16 posti letto, quindi per 32 pazienti»

Preparativi in corso per la riapertura dell'ospedale in Fiera a Milano. Regione Lombardia si è attivata per «preparare alcuni moduli dell'ospedale in Fiera, per renderli operativi in 24/48 ore se si manifestasse l'esigenza» lo ha spiegato il presidente della Lombardia Attilio Fontana invitando ad evitare allarmismi. «Niente allarmismi, ricordiamoci - ha aggiunto - che lo scorso anno in questo periodo, dopo un mese di zona rossa, avevamo 3.437 ricoverati nei reparti ordinari, oggi 887, e 489 ricoverati in terapia intensiva, oggi 108».

 

Leggi anche > «Chi lavora negli ospedali non si igienizza bene le mani»: la circolare del ministero della Salute

 

A spiegare all'Adnkronos Salute qual è il percorso che potrebbe portare alla riapertura nei prossimi giorni dell'ospedale in Fiera di Milano è il direttore generale del Policlinico di Milano, Ezio Belleri. «Noi abbiamo ricevuto la comunicazione in cui ci viene detto di prepararci e quindi abbiamo fatto tutto il percorso necessario a riattivare la struttura» dell'ospedale in Fiera dice Belleri. «La richiesta per adesso riguarda due moduli da 16 posti letto, quindi per 32 pazienti. Al termine di questo percorso, poi, sarà la Regione a comunicarci se e quando iniziare ad accogliere i pazienti. Però per il momento non ci è stato comunicato di accogliere alcun paziente. Semplicemente di attivare la struttura. Non c'è una data di apertura precisa, - dice il Dg - perché è una decisione che dovrà essere presa a livello centrale, che ci verrà comunicata e da quella comunicazione decorreranno 48 ore per iniziare a ricevere i pazienti».

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 2 Dicembre 2021, 16:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA