Alla Fondazione Sozzani le vacanze italiane del 1959. Parole di Pasolini e scatti di Di Paolo
di Paola Pastorini

Milano, alla Fondazione Sozzani le vacanze italiane del 1959 con le parole di Pierpaolo Pasolini e le foto di Paolo Di Paolo

Una doppia mostra fotografica per raccontare come eravamo, o le illusioni perdute. Sono quelle che si inaugurano oggi alla Fondazione Sozzani e allo Spazio Bulgari di via Montenapoleone: La lunga strada di sabbia (Paolo Di Paolo e Pierpaolo Pasolini) e Milano, fotografie 1956-1962, a cura di Silvia Di Paolo. La prima unisce 101 immagini del fotografo Paolo di Paolo, romano, 95 anni, e i testi di Pierpaolo Pasolini. Nel 1959 il giovane fotografo e lo scrittore non ancora regista, 34 e 37 anni, partono, su incarico dal direttore del mensile Successo Arturo Tofanelli, per i luoghi delle vacanze degli italiani circumnavigando il Belpaese, da Ventimiglia a Trieste. La guerra è finita da 14 anni, si avvertono i prodromi del boom economico, l’Italia è appesa fra la genuinità ruspante e la speranza. Il viaggio si conclude a metà per divergenze fra i due, ma Di Paolo e Pasolini avranno sempre rispetto e affetto l’uno per l’altro. Il reportage viene pubblicato in tre puntate fra luglio e settembre 1959 su Successo. La seconda parte della mostra presenta gli scatti del romano Paolo di Paolo dedicati a Milano (1956-1962), città da lui molto amata. Le nebbie, il Duomo, la politica nelle piazze; le foto sono tra Fondazione Sozzani e Spazio Bulgari. Solo alla Fondazione Sozzani, infine, una serie di ritratti di dive italiane e internazionali che indossano gioielli Bulgari: Anna Magnani, Elizabeth Taylor e Gina Lollobrigida. Fondazione Sozzani. Dal 5 maggio al 29 agosto, corso Como 10, 10.30-19.30; gio e sab fino alle 21. Ingresso 6 euro. Spazio Bulgari, dal 4 al 28 maggio, via Montenapoleone, 2.


Ultimo aggiornamento: Martedì 4 Maggio 2021, 10:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA