Milano moda non si arrende: a gennaio le sfilate uomo saranno un mix tra digitale e dal vivo. E arriva la partneship con il Milano Fashion Film Festival
di Paola Pastorini

Milano moda non si arrende: a gennaio le sfilate uomo saranno un mix tra digitale e dal vivo. E arriva la partnership con il Milano Fashion Film Festival

La moda va a testa alta, nonostante la pandemia. «Buttando il cuore oltre l’ostacolo», come afferma il presidente di Camera moda Italia Carlo Capasa.

Dal 15 al 18 gennaio tornano le sfilate maschili per l'autunno inverno 2021/2022, riproponendo la formula mix di settembre: digitale e in presenza e ospitando anche per la prima volta il Fashion Film Festival.

Saranno 39 i marchi (dieci per la prima volta in calendario) di cui cinque “dal vivo”: Dolce e Gabbana, Etro, Fendi, Kway e Solid Homme. «Un’edizione innovativa capace di adeguarsi e interpretare le esigenze del momento» commenta l’assessore alla Moda Cristina Tajani.  

 «Questa edizione si inserisce in un quadro di risposte concrete al mutato panorama del fashion system e vuole essere - aggiunge Capasa - una soluzione dinamica alle complessità̀ del presente». Tra le nuove iniziative, la presenza di tre designer della Lagos Fashion Week. Gli appuntamenti in calendario saranno visibili in tutto il mondo grazie a quattro partner internazionali: Kommersant Publishing House per la Russia; Tencent Video per la Cina; The Asahi Shimbun per il Giappone e The New York Times per gli Stati Uniti. E in centro a Milano anche la diretta sl maxischermo di Urban Vision. E poi l'avvio della partnership con il Fashion Film Festival Milano, che verrà trasmesso anche sulla piattaforma digitale della Camera. In concorso, 200 fashion film da 60 Paesi.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Dicembre 2020, 19:05