Maroni, la Cassazione assolve dall'accusa di falsa testimonianza l'ex collaboratrice Mariagrazia Paturzo
di Emilio Orlando

Maroni, la Cassazione assolve dall'accusa di falsa testimonianza l'ex collaboratrice Mariagrazia Paturzo

Assolta dalla Corte di Cassazione, perché il fatto non sussiste, Mariagrazia Paturzo collaboratrice dell'ex Ministro degli Interni leghista e governatore della Lombardia Roberto Maroni. La donna, che all'epoca rivestiva l'incarico di “temporany manager” ad Expo 2015, era stata indagata dalla Procura di Milano per falsa testimonianza, durante il processo che vedeva imputato Maroni e che riguardava presunte pressioni indebite per farle ottenere un viaggio a Tokyo e per far avere alla sua collega Mara Carluccio un contratto di lavoro “Eupolis”, ente di ricerca della Regione Lombardia. Anche l'ex ministro Roberto Maroni venne assolto dalle accuse per cui venne processato. A scagionare Maria Grazia Paturzo con “formula piena”  era già stato il giudice per le indagini preliminari Tiziana Gueli, al termine del giudizio con rito abbreviato. A scrivere la parola fine, al calvario giudiziario della Paturzo è stata la Suprema Corte che ha assolto definitivamente la manager originaria di Vico Equense in provincia di Napoli. Già nei mesi scorsi, dopo l'assoluzione in Corte d'Appello, l'ex governatore Roberto Maroni aveva commentato la sentenza con un post su Facebook: «Dopo 7 anni di tormento tutte le accuse strampalate contro di me sono finalmente cadute ed è emersa la verità: non ho mai abusato del mio ruolo di governatore della Lombardia. Chi in questi anni ha coperto di fango me e i miei collaboratori dovrebbe solo vergognarsi e chiedere scusa».


Ultimo aggiornamento: Martedì 25 Gennaio 2022, 06:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA