Lombardia, richiami sospesi: il 17 si riparte con l'eterologa per gli under 60 vaccinati alla prima dose con AstraZeneca
di Simona Romanò

Lombardia, richiami sospesi, dal 17 si riparte con l'eterologa per gli under 60 vaccinati alla prima dose con AstraZeneca

Via libera da giovedì ai richiami eterologhi per gli under 60 che hanno ricevuto la prima dose di AstraZeneca. E che, secondo l’ultima circolare del ministero della Salute, come seconda iniezione spetta Pfizer o Moderna. La Regione ha riprogrammato l’agenda vaccinale dopo lo stop di cinque giorni: i richiami di AstraZeneca per chi non ha 60 anni, «sospesi dal 12 al 16 giugno, verranno effettuati a partire dal 17 e si andranno a sommare a quelli già previsti», ha annunciato ieri la direzione del Welfare. Nessun rallentamento quindi della profilassi, ma un’aggiunta. «Allo stesso tempo - proseguono dal Welfare – i richiami con Moderna programmati dal 21 al 30 giugno, circa 80.000, sono spostati di una settimana», perché il siero scarseggia. Ciò significa che «la seconda iniezione sarà fatta dopo 42 giorni e non più 35». Tutti i lombardi coinvolti dai cambi data riceveranno «un sms con l’orario e il giorno dell’appuntamento». Non si posticipano però le prime dosi di nessuna fascia di età, perché forniscono una prima protezione contro il virus, seppur ridotta. «Il criterio adottato - aggiungono dalla Regione - è stato quello di non penalizzare i lombardi prenotati per la prima iniezione». Nulla cambia, invece, per i richiami AstraZeneca agli over 60: «per loro, come da indicazioni di Aifa, il vaccino non cambia». RIPROGRAMMAZIONE Per la Lombardia, con l’immunizzazione più ampia d’Italia, non è stato facile rimodulare l’uso dei sieri, senza interrompere il ritmo della profilassi di massa. Si contano 186.957 under 60 vaccinati con AstraZeneca da richiamare con Pfizer e Moderna: di questi, 92.882 entro giugno e i tempi non possono essere dilatati. SCORTE In giacenza attualmente ci sono 323mila dosi Pfizer e 36mila Moderna; del primo, ogni settimana, ne arrivano in media 500mila e del secondo 60mila. CONTAGI Nel primo giorno in bianco cala il tasso di positività, all’0,8%: sono 102 i nuovi positivi (25 a Milano città) a fronte di 11.699 tamponi. Meno 5 i pazienti nelle rianimazioni e meno 32 negli altri reparti; tre i decessi.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16 Giugno 2021, 12:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA