Scuola, in Lombardia risalgono i contagi: triplicate le quarantene
di Simona Romanò

Scuola, in Lombardia risalgono i contagi: triplicate le quarantene

Il virus corre veloce fra i banchi. Nelle scuole della Lombardia i positivi sono mille in più in soli 7 giorni (+48% in una settimana, ovvero circa raddoppiati): per questo motivo gli istituti scolastici sono osservati speciali, perché sono una di quelle realtà da tenere sott’occhio per capire l’evoluzione dei contagi. Secondo l’ultimo report della Regione, al 21 novembre, si contavano 902 classi e 15.305 studenti in quarantena, oltre a 1.150 operatori scolastici. La crescita dei contagi «è più forte tra gli alunni della primaria»: oltre 6.100 i bambini dai 6 ai 10 anni che sono in didattica a distanza, contro i 2.233 di due settimane fa. Quindi, sono quasi triplicati. La crescita «è invece relativamente più modesta nella fascia d’età 14-18 anni, che è soggetta a vaccinazione. Un valore più basso di contagiati si ha solo tra i piccolini fino a 2 anni, che ovviamente hanno meno contatti sociali rispetto ai più grandi. È la fotografia scattata nelle scuole che mostra come il Covid «sia in fase evolutiva»: nessuna impennata di casi, ma una risalita costante con un aumento di ricoveri in tutti i reparti, rianimazioni comprese. Ieri, a fronte di 143.541 tamponi processati (113.920 il giorno precedente) i positivi sono stati 2.302 (2.207 mercoledì) per un tasso dell’1,9% (1,6 il giorno prima). Di questi, 846 nel Milanese, 353 a Milano città (301 mercoledì). Sono aumentati, nelle ultime 24 ore, sia i ricoveri nei reparti Covid (+ 11 per un totale di 740 degenti) che nelle terapie intensive (+ 2, in tutto 74 pazienti). Infine, i decessi: 12 ieri, 13 il giorno prima.


Ultimo aggiornamento: Sabato 27 Novembre 2021, 12:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA