Milano, travolti in Tangenziale e uccisi da un tir pirata due uomini di 51 e 55 anni. Il camionista fermato dopo una fuga

Il conducente del Tir è fuggito. Ancora da chiarire le dinamiche dello schianto

Milano, travolti in Tangenziale e uccisi da un tir pirata due uomini di 51 e 55 anni. Il camionista fermato dopo una fuga

 È durata poco la fuga del camionista che, nel pomeriggio. ha travolto e ucciso due uomini scesi dal loro furgone per controllate e rimettere a posto un carico traballante lungo la Teem, la Tangenziale esterna milanese, e non si era fermato a prestare i soccorsi. In serata, infatti, il pm di Milano Paolo Storari ha disposto il suo arresto ai domiciliari, in attesa della convalida, per omicidio stradale e omissione di soccorso. È stato rintracciato a Muggiò dagli agenti della Polizia stradale grazie alla targa, alle immagini delle telecamere e al gps che aveva sul mezzo. 

 

Leggi anche > Monza, ragazzino 14enne accerchiato e pestato da tre ragazzi: volevano rubargli le scarpe

Le vittime avevano 51 e 55 anni e stavano viaggiando verso Agrate quando, all'altezza di Melzo, nel Milanese, si sono accorti che il carico del loro furgone bianco stava muovendosi e rischiavano di perderlo. Hanno rallentato, si sono sono fermati e sono scesi dal furgone. Probabilmente sono usciti dalla corsia di emergenza per assicurare il carico e a quel punto, stando a un testimone oculare, è sopraggiunto il mezzo pesante che li ha falciati. L'automobilista che ha assistito alla tragedia ha avuto la freddezza di chiamare il 118 ma, soprattutto, di annotarsi una targa. Il conducente ha proseguito la sua corsa nonostante l'impatto e appare difficile che possa non essersi accorto di aver travolto due persone, nonostante il peso del mezzo. La tragedia è accaduta all'interconnessione tra la A35 e la A58, in prossimità di una cuspide che potrebbe aver reso difficile la vista dei due uomini scesi dal furgone e che non hanno avito scampo. Quando sono arrivati i soccorsi, per i due uomini non c'era più nulla da fare: erano a terra, privi di vita. I responsabili della Teem hanno bloccato il traffico lungo il tratto e agli automobilisti è stata indicata l'uscita di Liscate. Gli agenti della Polizia Stradale di San Donato hanno raccolto e analizzato le immagini registrate dalle telecamere della Teem e hanno capito che il mezzo pesante era uscito all'altezza di Pozzolo Martesana. Qualche altra ora di ricerca e l'uomo è stato rintracciato. Sul mezzo ancora i segni del devastante impatto. 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 16 Giugno 2022, 08:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA