Marocchino vuole entrare in casa per rubare ma ha fumato troppa erba e si accascia a terra: arrestato
di Michela Poi

​Milano, marocchino vuole entrare in casa per rubare ma ha fumato troppa erba e si accascia a terra: arrestato

È arrivato davanti alla porta dell'appartamento da derubare. Poi, dopo qualche tentativo maldestro di scassinarla, si è accasciato a terra ed è rimasto lì, stordito dalla troppa marijuana fumata. Un ragazzo di diciannove anni, marocchino regolare in Italia e con precedenti, è finito in manette con l'accusa di furto aggravato dopo aver tentato di entrare in una casa in via Bertacchi, sui Navigli, a Milano.

Tenta la rapina in un negozio ma fallisce. Non molla e ci riprova poco dopo: arrestato

L'allarme è scattato alle 8.10. Il custode del palazzo ha chiamato la Polizia dopo essersi accorto di non avere più il giubbotto con le chiavi di alcune abitazioni.  Quando gli agenti - dopo un rapido giro tra i vari piani dello stabile - sono arrivati al secondo piano, si sono trovati di fronte a una scena incredibile: il 19enne era sdraiato per terra con il giubbotto del custode in mano, stordito e quasi dormiente.

Roma, la volante della polizia fa inversione a U e centra una Smart. Quattro feriti

«Forse ho fumato troppa marijuana», si è giustificato il ragazzo, che con sé aveva anche un trolley pieno di abiti e di arnesi per scassinare porte. Per lui sono scattate le manette.  

 
Sabato 17 Agosto 2019, 22:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA