Milano, festini “proibiti” e rave improvvisati, così si divertono i ragazzi in piena pandemia: 35 multe e 500 giovani allontanati
di Simona Romanò

Milano, festini “proibiti” e rave improvvisati, così si divertono i ragazzi in piena pandemia: 35 multe e 500 giovani allontanati

È iniziato, la notte trascorsa, l'ennesimo weekend di controlli serrati per far rispettare le norme anti-Covid dal popolo della notte. I furbetti della movida a tuti i costi non si arrendono ai locali chiudi e cercano di dribblare le regole anti-contagio improvvisando party privati e rave dove tutto è concesso. Zero mascherine e zero distanziamento.

 

Milano, otto cuccioli abbandonati tra i rovi nel sacco della spazzatura: «Piangevano come bambini». Ecco come adottarli


Non si ferma quindi la moda delle feste abusive. E neppure la presenza a pochi metri della questura ha scoraggiato un gruppo di ragazzi che ha organizzato un festino in un appartamento di via Fatebenefratelli. L’intervento della polizia è scattato alle 2 della scorsa notte, dopo la segnalazione di alcuni residenti per musica a palla e schiamazzi. Gli agenti hanno trovati 21 giovani, fra ragazzi e ragazze, tutti italiani tra i 18 e i 28 anni, che stavano bevendo e ballando nella casa di uno di loro. I poliziotti li hanno identificati, allontanati e multati con una sanzione di 400 euro per il mancato rispetto delle norme anti-contagio.


I carabinieri, invece, hanno sorpreso un party di universitari in un b&b di piazza Santo Stefano, vicino alla Statale, affittato proprio per far baldoria. A far scattare il blitz sono stati sempre i vicini di casa, allertati dagli schiamazzi: il segnale, inequivocabile, di una festa. E infatti quando i militari del Radiomobile sono arrivati hanno scoperto 14 ragazzi, tutti universitari italiani e ventenni, che facevano bisboccia in uno dei lussuosi alloggi della struttura. Hanno confermato di aver preso in affitto l’appartamento proprio per divertirsi un po', nonostante la pandemia. Ora, ciascuno di loro dovrà pagare 400 euro di multa.


Altri due blitz della polizia sono avvenuti tra le 21 e le 22 per scongiurare i rave party. Uno in piazza Leonardo da Vinci, che si conferma una celebre piazza dei ritrovi notturni a base di birra e musica: all'arrivo delle volanti, si erano già radunati, circa 200 giovani, subito “smistati”. Altri 300 sono stati allontanati in zona Brera. È solo l’inizio dei controlli che impegneranno le forze dell’ordine nel weekend per far rispettare le stringenti norme anti-Covid
 


Ultimo aggiornamento: Domenica 11 Aprile 2021, 22:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA