Milano, dopo 51 anni chiude la pasticceria Supino: la prima ad entrare nella Guida Michelin

Milano, dopo 51 anni chiude la pasticceria Supino: la prima ad entrare nella Guida Michelin

I famosi cannoncini grandi come il mignolo di una mano erano riservati solo ai clienti abituali e per nessun altro

Addio ai cannoncini, mini cannoli alla crema che hanno deliziato il palato dei milanesi. Dopo 51 anni di attività chiude a Milano la pasticceria Supino, la prima ad entrare nella Guida Michelin. È noto che, nel locale in zona Papiniano, in via Cesare da Sesto, i famosi cannoncini grandi come il mignolo di una mano erano riservati solo ai clienti abituali e per nessun altro, nemmeno per le persone famose. La notizia è riportata oggi dal Corriere della Sera.

 

Leggi anche > Varese, uccide il figlio di 7 anni e accoltella la moglie. Il corpo del bimbo nascosto in un armadio

 

Secondo quanto scritto nell'articolo perfino a Piersilvio Berlusconi, ad di Mediaset e figlio dell'ex presidente del Consiglio, sarebbe stato rifiutato un imponente ordinativo di cannoncini. A scegliere i clienti erano gli stessi proprietari che prediligevano le persone educate e i clienti abituali. E così tanti nel capoluogo lombardo non sono riusciti a mangiare l'agognato e prelibato dolce. E ora non potranno farlo più. Una notizia che rimbalzata sui social ha suscitato sconforto tra i milanesi: un altro piccolo pezzo di città che se ne va.


Ultimo aggiornamento: Domenica 2 Gennaio 2022, 14:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA