Corteo No Green pass a Milano: 2 arresti e 8 denunce
di Simona Romanò

Corteo No Green pass a Milano: 2 arresti e 8 denunce

In 15mila al tredicesimo sabato di proteste. La polizia valuta la posizione di 40 anarchici lombardi

Hanno voluto paralizzare il centro per il tredicesimo sabato consecutivo. E ci sono riusciti.Il corteo No Green pass, non autorizzato, ha richiamato circa 15mila persone, il più alto numero da inizio proteste. Il bilancio della lunghissima giornata è di una ragazza (del gruppo più agguerrito) colpita da una manganellata alla testa, in modo non grave.

 

Sono due gli arrestati: un romeno di 20 anni fermato in via Borgogna quando i No vax tentavano l’assalto della sede della Cgil di Porta Vittoria e un milanese di 58 già noto alla giustizia per reati comuni. Entrambi dovranno rispondere di resistenza a pubblico ufficiale e potrebbero comparire nel processo per direttissima nelle prossime ore. Otto, invece, per il momento, i denunciati, per interruzione di servizio pubblico, violenza privata, istigazione a disobbedire alle leggi e per manifestazione non preavvisata.

 

Al vaglio, poi, c’è la posizione di altri 40 manifestanti (dei 100 identificati), appartenenti all’area anarchica milanese e varesina, che erano alla testa della parata. La questura fa notare che «si sono sostituiti all’estrema destra» e «cercano sempre più lo scontro». Le inchieste del pool antiterrorismo, le200 denunce della Digos e le decine di Daspo, non sono bastati a far scendere la partecipazione dei no vax ai cortei. Come quello di sabato.

 

I manifestanti hanno scorrazzato per ore - al grido di «Rompiamo tutto» e «Libertà» - cambiando direzione decine di volte: si sono radunati in piazza Fontana alle 17, paralizzando il traffico e costringendo i negozi ad abbassare le saracinesche. La normalità è ritornata verso le 22. Gli obiettivi da «assediare» sono cambiati più volte: dalla Rai alla Cgil. I momenti di forte tensione soprattutto in Moscova e Borgogna, quando gli anarchici volevano sfondare il cordone degli agenti in tenuta antisommossa, costretti a una carica di alleggerimento per stopparli a cinquecento metri dalla Cgil. Qui, 200 attivisti facevano da scudo all’ingresso. Dall’inizio dei cortei No vax del sabato a Milano sono oltre 220 le denunce per vari reati.


Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Ottobre 2021, 13:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA