Nel salotto di Milano spunta la "Casa dell'Anticontraffazione": il falso in mostra, c'è anche una... Ferrari

Un'esposizione itinerante a testimonianza del lavoro svolto ogni giorno dall'Agenzia delle Dogane contro la contraffazione dei marchi italiani

Video

Il falso in mostra nel salotto buono di Milano. In via dei Mercanti, a due passi dal Duomo, l'Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli ha inaugurato oggi la «Casa dell'Anticontraffazione» a tutela del Made in Italy nel mondo. Per tutta la durata della Fashion Week milanese, la Glass House, contenente prodotti contraffatti ed in violazione alla normativa sul Made in Italy, per i quali ADM ha inibito l’immissione in commercio a tutela delle griffe, testimonierà l’impegno quotidiano dell’Agenzia nel contrasto ai fenomeni della contraffazione nonché a tutela del Made in Italy.

 

Leggi anche > Milano, truffa su finti «microquadri» di Leonardo: 200 clienti raggirati. Arrestate due persone

 

 

 

 

 

La cerimonia di apertura della Glass House, versione itinerante della «Casa dell’Anticontraffazione» allestita presso la sede centrale di ADM, è stata presieduta dal Direttore Generale, Marcello Minenna. Al Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia di Milano è stato inaugurato un corner espositivo dedicato ad ADM alla presenza sempre del Direttore Generale Minenna e del Direttore Generale del Museo Nazionale Scienza e Tecnologia, Fiorenzo Galli.

 

Nel corso del 2020 sono stati sequestrati per contraffazione 12.972.474 pezzi, in 4.922 operazioni presso i propri spazi doganali, intercettando una quantità di beni contraffatti superiore del 262,41% rispetto al 2019. Nel cuore di Milano, riconosciuta nel mondo capitale della moda e dello shopping, sede delle maison italiane e internazionali, sarà possibile vedere il fenomeno criminale legato al «mercato del falso», che tanti danni patrimoniali e di immagine procura ai titolari dei diritti di proprietà intellettuale e all’economia, oltre che alla salute dei consumatori, messa a rischio dalla scarsa qualità dei materiali e da processi produttivi a basso costo che recano danni anche all’ambiente. La contraffazione lede le fondamenta del processo produttivo, creativo e scientifico dell’attività imprenditoriale, artigianale e commerciale, non solo nel settore della moda, ma anche, tra gli altri, in quello della tecnologia.

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Settembre 2021, 20:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA