Milano, aria fuorilegge due giorni su 3: il 2020 è l'anno peggiore del decennio per lo smog
di Simona Romanò

Milano, aria fuorilegge due giorni su 3: il 2020 è l'anno peggiore del decennio per lo smog

L'aria di Milano è sempre più malata. Da inizio anno, infatti, si contano 37 giorni irrespirabili su un totale di 49 trascorsi, con la cappa di agenti inquinanti ad opprimere i milanesi per due giornate su tre, con tregue brevi. Così la città si è già bruciata sabato scorso, in meno di due mesi, il bonus di 35 giorni di pm10 fuorilegge (superiori ai 50 microgrammi per metro cubo) concesso dall'Unione Europea, nell'arco però di un anno, per proteggere i polmoni dei cittadini. La sequela nera è proseguito anche domenica e lunedì (ultimo dato disponibile) con il pm10 a 56 mg/mc.

Leggi anche > Emergenza smog a Milano: stop caldaie a gasolio, a partire dalle case popolari

Un record preoccupante, «visto che 2020 - dichiara Barbara Meggetto, presidente di Legambiente Lombardia - è il secondo anno peggiore dell'ultimo decennio in quanto a rapidità con cui Milano si è qualificata fuorilegge». Solo nel 2011 fu più veloce sforando il bonus l'8 febbraio. Mentre nel 2018 si era arrivati al 6 marzo e nel 2016 addirittura al 28 settembre. «La notizia non ci fa piacere commenta l'assessore regionale all'Ambiente Raffaele Cattaneo noi proseguiamo con le politiche strutturali per rientrare sotto i parametri previsti dall'Ue entro il 2025».

I dati del pm10, ad oggi, però parlano da soli: a gennaio le polveri sottili hanno superato la soglia a tutela della salute per 27 giorni, con picchi di oltre il doppio, registrati nella centralina dell'Arpa di via Senato, nel centro di Milano, di 113 e 180 mg/mc. Soltanto 4 giorni i milanesi hanno tirato una boccata di ossigeno. Per poi ripiombare nella morsa di veleni. A febbraio il trend non sembra migliorare, infatti, i giorni puliti finora sono stati 7.
Nelle prossime ore il meteo dovrebbe venire in soccorso con un po' di vento, ma già giovedì ritorna l'aria stagnante. Il 2020 è proprio cominciato nel segno dello smog, fra blocchi dei diesel, divieti del protocollo Aria, anche i più severi, attivati e poi revocati, fino alla domenica a piedi lo scorso 2 febbraio.
 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19 Febbraio 2020, 09:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA