Aggressione choc in treno: ivoriano tenta di violentare una ragazza, poi picchia una coppia di non vedenti

Aggressione choc in treno: ivoriano tenta di violentare una ragazza, poi picchia una coppia di non vedenti

di Simona Romanò

Una duplice aggressione choc sul treno. Una coppia milanese di non vedenti è stata aggredita sullo stesso treno in cui una ragazza di 24 anni è riuscita a sfuggire a uno stupro. È accaduto, lo scorso 2 giugno, sulla linea S13, quella che parte dalla Bovisa e che arriva a Pavia.  Pietro, 37 anni, e la sua compagna (35), entrambi non vedenti, sono stati presi di mira dal molestatore, un ivoriano di 24 anni, perché sono facili vittime.  «Siamo rimasti soli, non sapevamo come ma dovevamo fuggire perché lui continuava a picchiarmi», racconta Pietro.

RICOSTRUZONE L’ivoriano di 24 anni è salito sul treno a Rogoredo, ha visto la 24 enne e subito l'ha "puntata"; le si è avvicano per derubarla della borstta e per palpeggiarla. «Abbiamo sentito  che la minacciava», dice Pietro. La 24enne è però riuscita a divincolarsi: ha iniziato a correre nella carrozza proprio in direzione dei due passeggeri non vedenti, forse in cerca di aiuto. L'aggressore ha tentato di seguirla, poi, però, si è fermati davanti alla coppia. A entrambi ha strappato i borselli, quindi, si è accanito su Pietro che ha tentato di difendersi come meglio poteva: lo ha colpito  in testa con un oggetto contundente,  poi, lo ha preso a cinghiate in faccia e sul collo.  

SALVEZZA Alla fermata di Locate Triulzo le urla e le voci di altri passeggeri che si sono accorto di ciò che stava accadendo: Pietro e la sua compagna riescono quindi a fuggire all’aggressore. Qualcuno li prende per mano e li dirigono verso l’ambulanza, la stessa che soccorre la 24enne. Sono tutti salvi. L’ivoriano è stato catturato con l’aiuto dei passeggeri. 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 8 Giugno 2022, 18:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA