Milano, metropolitana affollata e nessuno con la mascherina: le foto sui mezzi pubblici

Video

di Ernesto De Franceschi
Negozi chiusi, gente a casa, smart working, Milano deserta per il Coronavirus. Tranne che in metropolitana, almeno a vedere le immagini esclusive di leggo.it . Nelle foto che pubblichiamo la situazione stamane, venerdì 13 marzo, attorno alle 6 sulla linea 1 della metropolitana milanese.

Coronavirus, musica e canzoni sui balconi: oggi il flashmob in tutta Italia. Come partecipare



Vagoni quasi pieni, folla che non rispetta minimamente la distanza di un metro e pochissimi a bordo con la mascherina. Nonostante i messaggi ripetuti e costanti del Governo e dello stesso sindaco Beppe Sala di rimanere il più possibile a casa, sulla metropolitana milanese la vita sembra scorrere normalmente (o quasi) nonostante la pandemia Coronavirus. Probabilmente tutte persone che al mattino devono comunque uscire per recarsi al lavoro, ma quello che colpisce è che in pochi rispettino le regole sulla distanza.



NUOVI ORARI DA OGGI PER I MEZZI PUBBLICI

Intanto dal Comune arrivano le nuove disposizioni per i trasporti cittadini.

Da giovedì 12 marzo, a seguito del DPCM 11 marzo del Governo e delle ordinanze del Sindaco Giuseppe Sala dell’11 e 12 marzo, sono sospese per tutti area B, area C e le regole della sosta sulle strisce gialle e blu. Tutti possono entrare e circolare liberamente e gratuitamente in tutta Milano e sostare liberamente e gratuitamente sulle strisce gialle e blu. Restano attive tutte le altre regole delle ZTL, aree pedonali e corsie riservate del trasporto pubblico, fatti salvi i mezzi di emergenza. Nei giorni scorsi questi provvedimenti erano stati adottati per medici, infermieri e farmacisti, forze di polizia, volontari di enti sociali e sociosanitari, tutti impegnati in prima fila per contrastare il coronavirus. Con l’entrata in vigore delle norme stringenti dell’ultimo decreto del Governo dell’11 marzo, quello che prevede la possibilità di muoversi solo per necessità o per lavoro inderogabile che non può essere svolto a distanza o per far funzionare i servizi essenziali, abbiamo deciso di lasciare a queste persone la massima possibilità di movimento. Continuerà a funzionare anche il trasporto pubblico di bus, tram, metropolitane, filobus, con un numero di corse che possa evitare affollamenti di persone. In questi giorni a Milano il numero di passeggeri sui mezzi ATM è sceso dell’80%, la riduzione dei mezzi sarà a partire da venerdì 13 marzo di circa il 20% e poi di circa il 45% da sabato 14 marzo e fino al 25 marzo, e cioè fino a quando sono in vigore le misure restrittive. Dal 14 al 25 marzo le tutti i mezzi di superficie e di metropolitana seguiranno l’orario festivo ed in metropolitana con inizio dalle 6.00 e con treni aggiuntivi in ora di punta. Tutto questo permetterà a chi si deve muovere per lavoro per garantire i servizi essenziali o per necessità, di farlo con il trasporto pubblico o con la propria automobile. Ricordiamo anche che tutti i mezzi ATM sono sanificati quotidianamente, per renderli più sicuri. Sarà l’evoluzione di questa emergenza che poi nelle prossime settimane ci fornirà gli elementi per capire come cambiare queste misure.
Marco Granelli Assessore alla Mobilità e ai Lavori Pubblici Comune di Milano

Ultimo aggiornamento: Venerdì 13 Marzo 2020, 14:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA