Luis Fernando Ruggieri, il cassiere 46enne che sognava di diventare dottore: ucciso dal killer di Assago, chi era

L'uomo è rimasto vittima della follia omicida di Andrea Tombolini, 46 con problemi psichici autore dell'aggressione al centro commerciale

Video

Si chiamava Luis Fernando Ruggieri la vittima dell'accoltellatore di Assago. Aveva 46 anni e lavorava al Carrefour del centro commerciale Milanofiori come cassiere. «Sono arrivato a lavorare in un'azienda leader», scriveva con orgoglio sul suo profilo Linkedin. Mai si sarebbe immaginato che in quel posto avrebbe esalato il suo ultimo respiro, vittima di una follia omicida senza spiegazioni.

Milano, terrore al centro commerciale: 46enne prende un coltello e colpisce clienti a caso. Un morto e 5 feriti

Assago, l'ex calciatore Massimo Tarantino ha disarmato l'accoltellatore al Carrefour: «Non sono un eroe»

Pablo Marí tra i feriti ad Assago: accoltellato alla schiena, Monza sotto choc. Galliani: «Operato, ferita profonda»

Chi era Luis Fernando Ruggieri

Luis Fernando Ruggieri era boliviano di origine, ma cresciuto in Italia. Nel 1995 si era diplomato al liceo scientifico Piero Bottoni, a Milano. Voleva diventare un ingegnere informatico, ma dopo un anno e mezzo di studio al Politecnico, aveva dovuto dare precedenza al lavoro. Aveva cominciato come addetto alle vendite in Esselunga nel 1997 e per tutta la vita è rimasto nel mondo dei supermercati. Ma non ha mai abbandonato il sogno di laurearsi.

Così, nel 2020, dopo aver perso il lavoro da Risparmio Casa per colpa della pandemia, aveva deciso di rimettersi sui libri, iscrivendosi a Scienze Biologiche all'università telematica e-Campus. «Per non far passare il tempo in attesa di un lavoro nel periodo del lockdown ho riniziato a studiare. Per interesse privato e in futuro vedremo», aveva scritto. Dopo qualche mese era arrivata la chiamata da Carrefour a Milanofiori, ma aveva continuato a studiare. Ha dato 7 esami, con fatica sarebbe arrivato al traguardo. «Per il 30 dobbiamo aspettare ancora», scriveva. Ma non lo riceverà mai.

Come è morto

Luis è stato uno dei primi ad essere aggrediti dall'accoltellatore. L'arma sarebbe stata recuperata proprio all'interno del supermercato dove lavorava Ruggieri. È stato colpito con violenza all'addome e al torace ed è stato rinvenuto dai soccorritori in arresto cardiaco. Inutili gli sforzi dei sanitari per salvarlo, è stato dichiarato morto poco dopo l'arrivo in codice rosso all'ospedale Humanitas di Rozzano.

Cosa è successo

Giovedì sera Andrea Tombolini, 46enne con problemi psichici, è entrato nel Carrefour del centro commerciale Milanofiori ad Assago e ha estratto un coltello da cucina, inseguendo e minacciando le persone presenti. Sei di loro sono state colpite. Tra questi il calciatore del Monza Pablo Marì, operato alla schiena, e il cassiere Luis Fernando Ruggieri, ucciso. 

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 28 Ottobre 2022, 09:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA