Linate da oggi decolla, ma per 48 ore niente voli di linea
di Simona Romanò

Linate da oggi decolla, ma per 48 ore niente voli di linea

Linate riapre oggi, ma senza volare. Infatti per 48 ore niente decolli o atterraggi di voli di linea. Ci saranno, invece, solo i jet privati di facoltosi imprenditori e i voli privati già da tempo operativi. Per quelli di linea (non più di 24 fra Lufthansa, Iberia, Air Malta) bisogna aspettare mercoledì: primo decollo post Covid alle 10.40, direzione Francoforte; primo atterraggio, alle 11, proveniente da Madrid. Per vedere il city airport effettivamente operativo, anche se non come nell’era pre virus, bisogna attendere almeno il 24 luglio, quando Alitalia, il vettore tricolore, sposterà le prime tratte da Malpensa a Linate. La scadenza per la riapertura era il 15 luglio, prevista dal decreto del 15 giugno del ministro dei Trasporti Paola De Micheli che ha poi deciso l’anticipo di due giorni.

LIMITI COVID Linate, chiuso dal 16 marzo per l’isolamento, è tra i pochi impianti a livello nazionale che ha tenuto fino ad oggi le serrande abbassate su esplicita richiesta di Sea, perché «l’obbligo di distanziamento sociale nel terminal e i lavori di restyling in corso riducono troppo lo spazio», lamentava la società. In sintesi, troppi i costi di gestione rispetto ai ricavi, infatti, per Sea si prospetta una perdita di milioni. E i pochi voli potevano ancora confluire tutti su Malpensa. Oggi quindi personale di terra, impiegati della Sea, forze dell’ordine e anche commercianti e baristi torneranno a lavorare a Linate ma non ci saranno passeggeri.
COMPAGNIE AEREE Non hanno fatto in tempo a riprogrammare le tratte prima di mercoledì. Alitalia volerà a Linate dal 24 luglio con aerei diretti in Sardegna. Dal 1° agosto, poi, «ripristinerà - si legge in una nota - tutti i collegamenti nazionali e internazionali di medio raggio»: con Bari, Brindisi, Napoli, Amsterdam, Bruxelles, Londra. COSTI Il sindaco Giuseppe Sala aveva a suo tempo sollevato la questione spese: «La riapertura di Linate è una cosa giusta in termini di servizio per i cittadini», commenta. «Ma noi non possiamo sobbarcarci tutti i costi che mi dicono essere di un paio di milioni al mese».

Ultimo aggiornamento: Lunedì 13 Luglio 2020, 07:05