Maltempo, paura nel lecchese per il rischio esondazioni e frane

Maltempo, paura nel lecchese per il rischio esondazioni e frane. L'allarme per le 120 persone evacuate è rientrato, ma l'allerta resta alta

Il maltempo continua a far paura. Nel lecchese è rientrato l'allarme per le 120 persone che sono state fatte evacuare ieri sera da un campeggio di Dervio, nell'alto lago in provincia di Lecco, a causa del maltempo. A spaventare è l'esondazione di una diga.

 

Leggi anche > Incendi dalla Liguria alla Sicilia, arresti e denunce in tutta Italia durante i controlli dei carabinieri

 

 

 

E' tornato il sole, non piove più. Ma lo stato di allerta resta molto alto per il brusco calo delle temperature. Dopo essere stati ospitati per qualche ora nei locali dell'oratorio, per il timore che il torrente Varrone, in piena per le piogge, e l'invaso della diga di Pagnona tracimassero, sono stati fatti rientrare nella struttura. Il Comune di Dervio ha invitato gli abitanti a osservare la massima prudenza e a spostare le auto dai box garage. 

 

 

 

In tutta la provincia la pioggia è cessata e stamattina è tornato il sole. Riaperta la provinciale in località Balisio di Bellano, sull'altro versante della Valsassina, chiusa per il timore di altre frane e smottamenti dopo quelli di ieri. Su tutto il territorio resta lo stato d'allerta. Da monitorare, in particolare, i versanti montani, indeboliti dalle piogge. Da registrare anche il brusco calo delle temperature, non solo in quota.

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 5 Agosto 2021, 12:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA